Il Festival di Cannes 2018 festeggerà i 50 anni di 2001: Odissea nello Spazio, il capolavoro di Stanley Kubrick. Un film ancora oggi sorprendente per la sua straordinaria e permanente attualità.

Il film sarà presentato in anteprima mondiale nella versione originale in 70mm durante la kermesse francese, con l’introduzione di Christopher Nolan. Il film, inoltre, tornerà nelle sale italiane il 4 ed il 5 Giugno, come film evento.

L’OPERA DI KUBRICK A CANNES

Warner Bros. Pictures presenterà al 71° Festival di Cannes una copia in 70mm ottenuta dal negativo originale attraverso un procedimento di ricreazione fotochimica, senza ritocchi digitali o modifiche al montaggio, che consentirà quindi al pubblico di rivivere l’esperienza di 50 anni fa con il film che ha rivoluzionato la fantascienza.

Il 13 maggio si terrà infatti la proiezione in anteprima mondiale nella sezione Cannes Classics, che sarà preceduta da un’introduzione del regista Christopher Nolan, alla presenza di alcuni famigliari di Stanley Kubrick, tra cui la figlia, Katharina Kubrick, ed il cognato e coproduttore Jan Harlan.

Grande ammiratore dello scomparso cineasta americano, Nolan ha lavorato in collaborazione con il team di Warner Bros. Pictures al processo di masterizzazione.

 Christiane Kubrick ha detto: “Sono felice che 2001: Odissea nello spazio esca di nuovo in 70mm e che Cannes abbia deciso di celebrarlo.  Se Stanley fosse ancora tra noi, ammirerebbe il cinema di Christopher Nolan, che ringrazio a nome di tutta la famiglia per il supporto dato al film”. 

Nolan afferma: “Uno dei miei primi ricordi da spettatore è l’aver visto 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick in 70mm, al Leicester Square Theatre di Londra, con mio padre.  L’opportunità di essere coinvolto nel ricreare questa esperienza per una nuova generazione, introducendo la nuova copia del capolavoro di Kubrick in tutta la sua gloria analogica al Festival di Cannes, è un onore e un privilegio”.

Sabato 12 maggio, Nolan sarà inoltre il protagonista di una masterclass, sempre a Cannes, in cui ripercorrerà la sua carriera e analizzerà lo straordinario lavoro di Stanley Kubrick.