Dopo un libro, una nomination al Golden Globe e tre film in arrivo,
Lily Collins è la protagonista di Fino all’Osso, in eslusiva su Netflix

Fino all’osso (To the bone) è il film scritto e diretto da Marti Noxon ed è stato presentato in anteprima il 22 gennaio al Sundance Film Festival di quest’anno. Sarà disponibile solo su Netflix dal 14 luglio 2017.

Lily Collins è Ellen, giovane ragazza affetta da una grave forma di anoressia. Nel tentativo di aiutarla, la sua famiglia sceglie di mandarla in una casa famiglia che ospita ragazzi problematici; qui, Keanu Reeves veste i panni del dottor William Beckam. Il suo approccio insolito coi pazienti sorprende Ellen, spingendola a ripensare a se stessa e a trovare il modo di superare la malattia.

Il trailer rilasciato da Netflix pone l’accento su alcuni dei temi che si presentano ricorrenti nella mente di chi soffre di disturbi alimentari come l’anoressia. È come se Ellen ripetesse a se stessa: «Sono in salute. Sono forte. Ho il controllo». Non riconoscere il problema e autoconvincersi di star bene è un sintomo allarmante, che evidenzia il segno che la malattia sta man mano avanzando.

Lily Collins: da figlia d’arte a star di Hollywood

L’interpretazione di Lily Collins – è evidente già dalle scene rilasciate – è coinvolgente e crea una forte empatia. L’attrice, classe 1989, figlia del musicista britannico Phil Collins, dopo un iniziale interesse alla carriera giornalistica, conosce il mondo della moda: nel 2007 è scelta da Chanel per indossare un suo abito, poi selezionata da Glamour per una copertina. La vediamo sul grande schermo nel 2011, nel riadattamento cinematografico del primo libro della saga di Shadowshunter – Città di ossa di Clarissa Clare. È inoltre in Abduction – Riprenditi la tua vita e in Biancaneve come protagonista.

Il 2017 è decisamente il suo anno: qualche mese fa l’abbiamo vista in L’eccezione alla regola, il film diretto da Warren Beatty che le è valso una nomination al Golden Globe, ha da poco presentato a Festival di Cannes Okja, il film di Bong Joon-ho ed è il testimonial del brand Lancôme.

Torna adesso con un film che ha poco a che fare coi precedenti lavori. Fino all’Osso è un film importante per la portata degli argomenti raccontati: l’anoressia non è una malattia del corpo, è una malattia della mente.

Vi lasciamo al commovente trailer di Fino all’Osso con Lily Collins:

A cura di Giovanna Nappi
Photo Credits: Netflix