PRESENTATO IN ANTEPRIMA A TORINO IL NUOVO FILM DISNEY BERNI E IL GIOVANE FARAONE DI MARCO CHIARINI

Sappiamo che il fantasy è un genere poco comune in Italia. Marco Chiarini, regista di Berni e il Giovane Faraone ci ha già abituato a grandi sfide. Ne è la prova la sua straordinaria opera L’uomo fiammifero, film coraggioso, cercato, voluto e finanziato in maniera avventurosa che ottenne un enorme successo di pubblico e critica.

Berni e il Giovane Faraone, ambizioso progetto prodotto dalla 3ZERO2 di Piero Crispino e co-prodotto da The Walt Disney Company Italia, nasce dalla volontà del regista di creare una storia con avventure, paure, baci affettuosi, ricordi emozionanti, misteri e buoni sentimenti. A questo si aggiunge il grande piacere di poter vedere in produzione un progetto nato nel 2015 proprio dal laboratorio di scrittura promosso da Film Commission Torino Piemonte, dove gli autori ebbero la possibilità di sviluppare un primo concept del film. Una nuova produzione tutta italiana, alla scoperta di un mondo tanto misterioso quanto affascinante, con un set di tutto rispetto come il Museo Egizio di Torino, il più antico al mondo nella sua categoria.

Berni e il Giovane Faraone è un film per ragazzi in grado di parlare a tutti, e a tal proposito, il produttore Piero Crispino ha dichiarato ai nostri microfoni: 

“Il film ha un grande messaggio: divertiamoci con la cultura e impariamo divertendoci. Spero che i ragazzi, e non solo loro, vedendo la pellicola possano manifestare una grande curiosità nei confronti dell’Antico Egitto. Sarebbe gratificante per noi. Oltre a questo, nel film viene esplorata una grande e giovane amicizia. Berni e il Giovane Faraone rappresenta un’eccezione per il cinema italiano, racconta una storia ambientata nel bellissimo Museo Egizio di Torino. Questo aspetto, unito al fascino della città e di queste location così particolari esalterà l’estetica del film e contribuirà in modo determinante a dare un grande spessore al racconto”.

La freschezza e l’originalità dell’opera non sono solo date dal set prestigioso del Museo Egizio di Torino, a dar vita alla storia ci sono due esordienti sul grande schermo. Emily De Meyer (Berenice) e Jacopo Barzaghi (Ram) sono degli adorabili protagonisti che si muovono con naturalezza e complicità.

Particolarmente rilevante, inoltre, l’attenzione che Marco Chiarini ha avuto nei confronti di Torino: Berni e il Giovane Faraone gode di ritratti affascinanti della città, scorci e inquadrature che la rendono a suo modo protagonista del film. 

Ram è un ragazzo di tremila anni – figlio della potente dinastia di faraoni Ramsete – che viene catapultato nel caotico mondo contemporaneo. Un adolescente che era stato educato per essere venerato e governare che si ritrova a essere trattato come un diverso. Berenice (Berni) è una giovane ragazza che vive sulla sua pelle il disagio tipicamente adolescenziale di sentirsi sempre fuori posto e che si ritrova coinvolta in una lontana e misteriosa profezia egizia, e attraverso il suo sangue risveglia una mummia nel museo Egizio di Torino. Insieme, i due ragazzi vivranno un’avventura avvincente, piena di elementi fantastici e di riferimenti alla storia dell’antico Egitto.

Nel cast del film troviamo anche Angelo Pisani, attore e comico che abbiamo amato nello show televisivo Zelig. Il suo personaggio, Luca Peyron, sarà fondamentale nell’economia del film. 

Berni e il Giovane Faraone uscirà nelle sale il 20 luglio 2019.