Questa mattina, a Roma, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della 16ma edizione di GIORNATE DEGLI AUTORI. La kermesse avrà luogo come sempre a Venezia, dal 28 agosto al 7 settembre nell’ambito della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

11 i film in concorso8 gli eventi speciali compresi i “Miu Miu Women’s Tales” e il film di chiusura Les chevaux voyageurs dedicato al “Re dei cavalli” Bartabas, 7 le “Notti Veneziane” alla Villa degli Autori, cui si aggiungono gli incontri, gli omaggi, i progetti speciali promossi dalle due associazioni ANAC e 100autori.

18 sono le nazionalità rappresentate quest’anno, dall’Asia agli Stati Uniti, dall’Africa al Sud America fino all’Europa e all’Italia; 4 le opere prime in concorso, 6 le donne dietro alla macchina da presa. Una selezione che conferma la voluta sobrietà di titoli a vantaggio di una speciale promozione della creatività più libera e indipendente da tutto il mondo. E se si volesse, fin dal programma, individuare un fil rouge capace di collegare la maggior parte delle scelte, parleremmo di uno scontro di culture che mette a nudo le fragilità del mondo contemporaneo, conteso tra una tendenza all’omologazione e la vitalità di radici ancestrali che non si piegano alla massificazione. L’altro elemento distintivo è una vocazione alla ricerca di linguaggi “pop” che stimolino la curiosità di pubblici diversi, convinti come siamo che il cinema debba oggi parlare a comunità distinte di spettatori, ma sempre avendo come stella polare la volontà di farsi capire, di suscitare emozioni e passioni, di ristabilire un dialogo diretto tra l’artista e lo spettatore a prescindere dai modi del consumo. 

In apertura il film Only the Animals di Dominik Moll. Tra i nomi in concorso, degni di nota sono: Jayro Bustamante, la star giapponese Jō Odagiri, al suo esordio dietro la macchina da presa, e Fabienne Berthaud. 

Per l’Italia, sempre in concorso, si vedrà la prima prova nel lungometraggio del maestro della graphic novel Igort5 è il numero perfetto, con nel cast Toni ServilloCarla Buccirosso e Valeria Golino, descritto come: “Un piccolo affresco napoletano nell’Italia anni Settanta, con i colori survoltati, i rimandi cinefili e lo stile inconfondibile del suo autore. La storia di un’amicizia tradita, ma anche di una seconda opportunità e di una rinascita”. 

Fuori concorso, sempre per l’Italia, sarà presentato Mio fratello rincorre i dinosauri di Stefano Cipani. Il film tratto dal romanzo di Giacomo Mazzariol vede tra i protagonisti Alessandro Gassman e Isabella Ragonese e uscirà al cinema il 5 settembre.

A completare la selezione il polacco Corpus Christi di Jan Komasa, il norvegese Beware of Children di Dag Johan Haugerud, Un divan à Tunis di Manele Labidi, con un’inedita Golshifteh Farahani, il debutto del Laos alla Mostra con la ghost story The Long Walk di Mattie Do, l’inedita coproduzione tra Stati Uniti e Filippine Lingua Franca di Isabel Sandoval che riafferma i diritti del gender nell’America di Trump.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione delle Giornate degli Autori, sono stati annunciati anche i finalisti dell’edizione 2019 del Premio LUX del Parlamento Europeo, scelti tra i 10 film della Selezione Ufficiale: Cold Case Hammarskjöld di Mads Brügger (co-produzione Danimarca/Norvegia/Svezia/Belgio), God Exists, Her Name Is Petrunya di Teona Strugar Mitevska (Macedonia del Nord/Belgio/Slovenia/Croazia/Francia) e The Realm di Rodrigo Sorogoyen (Spagna/Francia).

Questo il programma completo:

CONCORSO

Seules les Betes (Only the Animals), Dominik Moll

You Will Die At 20, Amjad Abu Alala

Un Monde Plus Grand (A Bigger Worls), Fabienne Berthaud

La Llorona (The Weeping Woman), Jayro Bustamante

Bor Mi Vanh Charkthe (The Long Walk), Mattie Do

Barn (Beware of Children), Dag Johan Haugerud

5 è il numero perfetto, Igort

Boze Cialo (Corpus Christi), Jan Komasa

Un Divan a Tunis (Arab Blues), Manele Labidi

Aru Sendo No Hanashi (They say Nothing Stays The Same), Jo Odagiri

Lingua Franca (Isabel Sandoval)

FUORI CONCORSO

Les Chevaux Voyageurs (Time of the Untamed), Bartabas

MIU MIU WOMEN’S TALES

Shako Mako, Hailey Gates

Brigitte, Lynne Ramsay

EVENTI SPECIALI

Mio fratello rincorre i dinosauri (My Brother Chases Dinosaurs), Stefano Cipani

House of Cardin, P. David Ebersole, Todd Hughes

Il prigioniero, Federico Olivetti

Scherza con i fanti, Gianfranco Pannone

Mondo Sexy, Mario Sesti

Burning Cane, Phillip Youmans

NOTTI VENEZIANE

La legge degli spazi bianchi, Mauro Caputo

Emilio Vedova, dalla parte del naufragio, Tomaso Pessina

The Great Green Wall, Jared p. Scott

Cercando Valentina, Giancarlo Soldi

Sufficiente, Maddalena Stornaiuolo, Antonio Ruocco