Bello e dannato, Billy Hargrove, il personaggio interpretato da Dacre Montgomery, è il protagonista indiscusso della terza stagione di Stranger Things

Stranger Things 3 è disponibile dal 4 luglio sulla piattaforma streaming Netflix. Se avete fatto come noi un binge-watch senza sosta, già sapete che Billy Hargrove è uno dei protagonisti di questa terza stagione. 

Importante personaggio che abbiamo conosciuto nella stagione 2, in questi nuovi episodi, come già anticipato dal trailer, è il principale antagonista. Interpretato dal giovanissimo e talentuoso Dacre Montgomery, il suo ruolo sarà centrale. 

Chi è Billy Hargrove?


Billy Hargrove è il fratellastro più grande di Max, la giovane fanciulla dalla folta chioma rossa entrata a far parte del gruppo di protagonisti nella precedente stagione. 

Malvagio, scontroso, accattivante e spigoloso, ha un carattere violento e imprevedibile. In Stranger Things 2, mostra evidenti segni di razzismo e pregiudizio nei confronti di Lucas, e invita la sorella ad allontanarsi da lui. Guida una Camaro blu a tutta velocità, ama bere e fa sport per mantenersi in forma. L’atteggiamento da bullo e da sex symbol di Hawkins completano il suo profilo. Nonostante queste sue caratteristiche “pericolose”, Billy nasconde un passato turbolento e traumatico e il suo rapporto conflittuale con il padre autoritario, ben giustifica il carattere spigoloso che lo contraddistingue. 

In Stranger Things 3, grazie ad una particolare connessione con Undici, scopriremo che non è stato sempre così, e che tutto ebbe inizio a causa di un particolare episodio della sua vita. 

ATTENZIONE: I PARAGRAFI CHE SEGUONO CONTENGONO SPOILER!

DA SEXY BAGNINO A VITTIMA DEL MIND FLAYER

Un’estate può cambiare tutto. Questo il claim di Stranger Things 3 riproposto più volte da Netflix. Alla fine della stagione 3, questo cambiamento è evidente a tutti. E se di cambiamento parliamo, Billy ne è il principale rappresentante. 

Nell’estate del 1985, Billy lavora come bagnino presso la Hawkins Community Pool. Essendo in ottima forma, riscuote molto successo tra le donne accaldate della città, che si accendono al suo passaggio. In particolare cattura l’attenzione dell’attraente Karen Wheeler, la mamma di Mike. Anche Billy ha un particolare interesse nei confronti di Karen, e mentre flirta con lei, la invita a unirsi a lui per “lezioni private di nuoto” nel tentativo di sedurla. Karen inizialmente accetta di incontrarlo, ma la notte del loro “appuntamento”, mentre sta partendo, Karen vede suo marito Ted Wheeler e la figlia Holly abbracciati sul divano, cambia idea e decide di non mettere a repentaglio la stabilità della sua famiglia.

Billy, ignaro della decisione di Karen, si trova in auto e sta andando all’appuntamento. Mentre è distratto, improvvisamente si schianta contro qualcosa, perde il controllo del veicolo e si ferma davanti all’acciaieria Brimbord Steel Works. Scende dall’auto e la trova ricoperta di una sostanza viscida che ben conosciamo. Sente qualcosa che si muove vicino a lui. All’improvviso viene afferrato dal piede e trascinato nell’acciaieria, dove il Mind Flayer pianta una parte di se stesso dentro di lui, come aveva fatto con Will nella prima stagione. Già, proprio il Mind Flayer, risvegliatosi a causa dell’apertura della porta del Sottosopra da parte dei “russi malvagi“.

Billy, ormai compromesso, viene quindi visto correre fuori dalla fabbrica e tornare in macchina, cercando di fuggire in preda al panico. Si ferma a un telefono pubblico e chiama il 911, ma non appena prende in mano il telefono, si ritrova a testa in giù, nel Sottosopra cupo e tetro, e un gruppo di persone emerge dalla nebbia, mentre camminano lentamente verso di lui. Viene avvicinato da una copia di se stesso che esclama: “build what you see” (costruisci ciò che vedi). Ciò che dovrà costruire è un esercito di zombie sotto il comando del perfido mostro del Sottosopra. Questo episodio sarà centrale nell’economia della terza stagione e, complice una performance di tutto rispetto del giovane Dacre Montgomery, Billy è il protagonista assoluto, tra perfidia, redenzione e riscatto. 

Creata dai Fratelli Duffer, la terza stagione di Stranger Things è composta da 8 episodi. 

Chi non vede l’ora di vederla?