Cenerentola, Belle, Jasmine e Aurora: quale trasposizione in chiave live-action delle principesse Disney è la vostra preferita?

Una scarpetta di cristallo, una rosa incantata, il fuso stregato di un arcolaio e un diamante allo stato grezzo. Oggetti che fanno parte del nostro background e che ci parlando di storie senza tempo che hanno come protagoniste le principesse Disney.

Intere generazioni sono cresciute con i personaggi realizzati dal mitico studio, e nonostante il passare del tempo, non ci si stanca mai di vedere cosa avrà in serbo per il suo pubblico.

Negli ultimi anni, ad essere stata intrapresa con grande successo è la strada dei live-action, adattamenti cinematografici con cast stellari dei lungometraggi d’animazione che hanno dominato la nostra infanzia.

Molte le attrici chiamate sul grande schermo ad interpretare le bellissime principesse Disney. Lily James è stata Cenerentola; Elle Fanning si è calata nei panni della bella addormentata Aurora in Maleficent; Emma Watson ha interpretato Belle ne La Bella e La Bestia e, recentemente, Naomi Scott è diventata Jasmine in Aladdin.

In attesa di sentire Halle Bailey cantare come Ariel ne La Sirenetta, e di vedere Liu Yifei nei panni della combattiva Mulan (guarda qui il trailer), rivediamo insieme le performance delle attrici che sono diventate le tanto amate principesse Disney.

Lily James come Cenerentola

Dall’innato talento e dalla incredibile bellezza, la giovane Lily James è stata la povera Cenerentola nell’omonima rivitazione in chiave live action del 2015 diretta da Kenneth Branagh. Semplicemente perfetta nei panni della sfortunata ragazza vessata dalla matrigna (una tremenda Cate Blanchett), la James ha saputo donare tridimensionalità pura alla protagonista, alternando gioia, tremendo dolore e sofferenza, nonché forza e indipendenza. Indimenticabile la sua trasformazione e il suo ballo con il Re del Nord Richard Madden

Naomi Scott è Jasmine in Aladdin

Attrice conosciuta soprattutto per il ruolo di Pink Ranger nel film Power Rangers del 2017, Naomi Scott è stata scelta da Guy Ritchie per il ruolo di Jasmine nel live action Aladdin di enorme successo. Nelle vene di Naomi Scott scorre sangue indiano. Sua madre, infatti, è ugandese ma proviene da una famiglia di origini indiane, mentre suo padre è britannico. La sua Jasmine è una donna multidimensionale: la sua è una voce che conta. L’attrice interpreta il brano Speechless, il cui messaggio ha un peso notevole nell’economia del racconto. Tutti abbiamo una voce e dovremmo farci sentire contro le ingiustizie. Tutti possono immedesimarsi nell’idea di essere privati della parola. Una canzone nuova che trasmette rabbia e libertà, determinazione e ribellione. La voce di Noami Scott (e di Naomi Rivieccio nella versione italiana) ben trasmettono il messaggio veicolato dal film e dal suo personaggio, autentico e moderno. 

Elle Fanning nei panni di Aurora, la Bella Addormentata

Tra le principesse Disney del grande schermo, Elle Fanning non interpreta la vera e propria protagonista del film in cui la vediamo recitare. La sua Aurora, infatti, compare in Maleficent, rivitazione quasi mitologica dedicato alla cattiva de La Bella Addormentata nel Bosco. Il film del 2014 vedeva Angelina Jolie nei panni di Malefica, indiscussa regina della scena. Elle Fanning è la delicata Aurora, la fanciulla destinata a dormire per sempre per colpa di un maleficio. L’attrice, che rivedremo nel sequel in uscita il 17 ottobre, è perfettamente in parte e regala una dolce interpretazione. Ingenua, virginale e fragile, saprà farsi valere e schierarsi dalla parte dei giusti. 

EMMA WATSON NE LA BELLA E LA BESTIA

Se le principesse finora citate ci hanno convinto per interpretazione e carisma, diverso è il caso della sagace Belle, protagonista de La Bella e La Bestia. Non parliamo, ovviamente, della sua versione animata del 1992, ma della sua versione recente, quella del 2017. La rivitazione in chiave live action diretta da Bill Condon vedeva tra i suoi interpreti principali Emma Watson, l’indimenticabile Hermione della saga dedicata a Harry Potter. Contrariamente alle aspettativa, la sua Belle è poco convincente e fascinosa: forzata nel body language e nella mimica, è poco credibile nelle scene in CGI. E c’è un’aggravante: durante il press tour, l’attrice ha dichiarato di aver rifiutato il ruolo di Cenerentola, preferendo quello di Belle poichè la seconda è un modello migliore rispetto alla prima… 

Ora tocca a voi. Qual è la vostra principessa preferita?