Arriva nelle sale il 10 maggio 2018 Showdogs: entriamo in scena, il nuovo film diretto da Raja Gosnell e distribuito da Eagle Pictures con le voci di Giampaolo Morelli, Cristiano Malgioglio, Barbara D’Urso, Cristiano Malgioglio e con il cameo di Claudio Amendola, Michela Andreozzi, Giulio Berruti, Rossella Brescia, Fabio Canino, Carolina Crescentini, Giacomo Ferrara, Nino Frassica, Lino Guanciale, Valeria Marini, Rocío Muñoz Morales, Massimo Lopez, Francesco Pannofino e Lucia Ocone, che hanno scelto di devolvere il loro cachet per sostenere il progetto dell’OIPA e combattere il randagismo.

Il 6 maggio a Roma si è svolta l’anteprima benefica e ciascuno dei doppiatori ha sfilato sul Red Carpet con un cane in cerca di adozione.

Showdogs: entriamo in scena, infatti, ha per protagonisti proprio degli adorabili cani – doppiati in italiano da un “branco” di celebrities di tutto rispetto – primo tra tutti Max, un Rottweiler dall’accento napoletano (Giampaolo Morelli), che sta investigando insieme al suo partner umano Frank sul rapimento di un cucciolo di panda da parte di trafficanti illegali di animali.

Scoprono che il cucciolo è stato venduto ad un’importantissima mostra canina e l’unico modo per trovarlo ed evitare la catastrofe è prenderne parte sotto copertura. Inizieranno così una serie di avventure per Max e il suo padrone ma alla fine grazie all’amore per una deliziosa cagnetta (Barbara D’Urso) e ai consigli dell’elegantissimo Felipe (Malgioglio), Max imparerà che ci si può e ci si deve fidare degli altri e soprattutto troverà dentro di sé la sua anima da “Show Dog” e si trasformerà in un vero “signorino” (se così si può dire per un cane)!

Showdogs: entriamo in scena è un film da domenica al cinema con la famiglia: riconoscere le voci dei doppiatori (non si era mai visto un film con tutti doppiatori conosciuti dal grande pubblico) è divertentissimo. L’aspetto più interessante di Showdogs lo si trova nel registro ironico e scanzonato. Un tono brioso in grado di far riflettere lo spettatore su alcune delle più importanti battaglie dell’OIPA: l’orrore che si nasconde dietro il traffico illegale di animali in via d’estinzione; nel film infatti vengono trafugati una tigre e un panda da un gruppo di malintenzionati con il solo scopo di guadagnare soldi, senza il minimo scrupolo di provvedere al benessere di questi animali.

Ma emerge anche il brutto e triste business legato alle esposizioni cinofile, dove si vedono cani (soltanto di razza) che vengono sfruttati per rispondere a modelli estetici di tendenza e vincere gare per poi essere abbandonati quando non rispettano più determinati standard qualitativi.

Showdogs: entriamo in scena dimostra ancora una volta che l’ironia spesso è la migliore arma per la denuncia: attraverso la risata possiamo conoscere temi troppo spesso abbandonati. Come i cani.

Photo Credits: Eagle Pictures