Esce nelle sale il giorno della festa dei lavoratori il film sulla categoria di professionisti più amati o odiati (dipende dalle esperienze) ma sempre e per sempre ricordati da tutti gli (ex) studenti: i prof! Ebbene sì, il nuovo film di Ivan Silvestrini “Arrivano i prof.”, distribuito da 01 Distribution, Rai Cinema, 11 marzo film e Aurora Film arriva al cinema il 1° maggio. Nel cast Claudio Bisio, Lino Guanciale, Maurizio Nichetti e Rocco Hunt. 

Se nel resto d’Italia tutti gli studenti, a luglio, festeggiano la maturità, al liceo Manzoni la situazione è tragica: soltanto il 12% dei maturandi è riuscita a conseguire il diploma. E siccome a mali estremi, estremi rimedi, il preside, convinto dal Provveditore, decide di reclutare i peggiori insegnanti in circolazione, rinnovando così l’intero corpo docenti nella speranza che “dove hanno fallito i migliori, possano riuscire i peggiori“. Ed ecco 7 nuovi insegnanti decisamente alternativi, ciascuno con un personalissimo e discutibile metodo didattico pronti a lasciare il segno (in tutti i sensi) al liceo Manzoni!

Sicuramente la prima cosa che colpisce nella commedia tratta dal film campione d’incassi in Francia “Les Profs” è il cast.

Gli attori riescono a far ridere il pubblico anche solo con i loro atteggiamenti: spassoso il professore di scienze (Maurizio Nichetti) che senza dire una parola fa esplodere il laboratorio, irresistibile Maria Di Biase (l’insegnante di inglese) che tira i gessetti ai suoi alunni e molto divertenti anche il prof. di filosofia (Pietro Ragusa), totalmente estraniato dalla realtà, e il timido professore di storia (Lino Guanciale). Supera la prova anche Rocco Hunt: naturale e “tagliato” per  il suo Luca, studente poco studioso ma con una grande sensibilità… e poi la sua  canzone “Arrivano i prof” rimane nelle orecchie!

I punti deboli sono nella sceneggiatura (di Michele Abatantuono e Giorgio Glaviano con la collaborazione di Serena Patrignanelli): eccessivi moralismi del professore di matematica (Bisio) tolgono forza al film. Non c’è bisogno di spiegare tutto e di essere retorici, lo spettatore capisce anche senza parole e forse entra anche in maggiore empatia coi personaggi. Così come è ridondante la presenza della prof. di latino (Giusy Buscemi) e la sua love story con l’insegnante di storia.

È invece molto efficace e precisa la colonna sonora di Michele Braga che, effettivamente, come lui stesso ha dichiarato, “spazia dal comedy al grottesco, dal fantasy al pop, dalla musica elettronica a brevi incursioni nel jazz” e commenta bene le scene del film.

Arrivano i prof. è una commedia piacevole, che gode di un buon ritmo narrativo nonostante l’eccessivo buonismo e i cliché che spesso abitano la commedia italiana. Se una parte la recitazione dei giovani è acerba, al contrario il cast più esperto aggiunge consistenza alla pellicola. Non è di certo fresca come Notte prima degli esami di Brizzi, ma la strada è la stessa, in un continuo e infinito ripetersi tra i banchi di scuola.

Photo Credits: 01 Distribution