AVENGERS: ENDGAME – AL SECOLO AVENGERS 4 – ARRIVERà NELLE NOSTRE SALE IL 24 APRILE DEL 2019

Dopo il funesto finale di Avengers: Infinity War, direttamente collegato alla scena post-credit di Ant-Man and the Wasp, i fan dei supereroi Marvel attendevano con ansia un indizio, una speranza e, soprattutto, il titolo di Avengers 4. Il quarto capitolo dedicato ai Vendicatori, dopo una lunghissima attesa, ha finalmente un titolo: Avengers: Endgame.

Sarà davvero la fine dei giochi? A giudicare dalle prime immagini, il futuro dell’umanità, e degli Avengers, non sembra avere chissà quali grandi aspettative. Ma anche nel peggiore degli scenari, il primo trailer ci ha regalato un barlume di speranza. Analizziamolo insieme, punto per punto.

1) Torna a casa, Tony!

Il trailer di Avengers: Endgame comincia con colui che ha dato inizio a tutto: Iron Man. Tony, che vi ricordiamo essere l’unico sopravvissuto, insieme a Nebula, del gruppo di Avengers che si trovavano su Titano, viaggia senza una meta nello spazio, a bordo della navicella dei Guardiani della Galassia. Ha finito le scorte di cibo e acqua e sta per terminare l’ossigeno. Il suo unico pensiero è Pepper: la sua compagna interpretata da Gwyneth Paltrow lo aspetta sulla Terra e qualcuno, in riferimento ad alcune indiscrezioni apparse in rete, la vedrebbe in dolce attesa. La domanda che molti si sono fatti è: come riuscirà a salvarsi? Qualcuno parla di un intervento di Captain Marvel, altri che sarà proprio la Signorina Potts a ricevere il messaggio e in qualche modo a salvarlo e, infine, altri dicono che sarà decisivo il Regno Quantico di Ant-Man. Quale scuola di pensiero sposate?

2) Avengers/Survivors

Sulla Terra, e in particolar modo nella New Avengers Facility, Steve Rogers, Natasha Romanoff, Bruce Banner e Thor asciugano lacrime e le ferite, eredità e conseguenze delle azioni di Thanos. In questi frammenti di trailer Banner sta osservando le immagini delle persone scomparse: compaiono Shuri (la sorella di Black Panther, Scott Lang e Peter Parker). Il Titano Pazzo, come saprete e come ricorda la Vedova Nera, qui voce narrante del video, è riuscito nel suo intento apocalittico e ha sterminato il 50% degli gli esseri viventi. Egli è entrato in possesso di tutte e sei le Gemme dell’Infinito e, ora, sembra aver trovato la sua tranquillità: lo vediamo mentre passeggia tra i girasoli e ha abbandonato la sua armatura.

3) Occhio di Falco è Ronin

“Abbiamo perso tutti. Abbiamo perso amici, familiari e una parte di noi stessi”. Su queste parole pronunciate da Steve Rogers, fa (finalmente) la sua entrata in scena un personaggio che non vedevano da Captain America: Civil War: Clint Barton. Agli arresti domiciliari a causa delle sue scelte e azioni durante la guerra tra Cap e Iron Man, Occhio di Falco appare profondamente cambiato. Il suo abbigliamento e il suo atteggiamento lasciano presagire che sia rimasto da solo: lo schiocco di dita di Thanos ha sterminato la sua famiglia? Ipotesi altamente probabile visto che ormai Clint sembra sperduto e senza meta e ha abbandonato arco e frecce. Si trova in Giappone, dove sta conducendo una guerra nella malavita giapponese – pare, infatti, che in Avengers: Endgame ci sia il coinvolgimento della Yakuza, e uno dei membri sarà interpretato da Hiroyuki Sanada.

4) La sopravvivenza e l’amore

L’inquadratura torna poi su Steve e Natasha, più uniti che mai. Da sempre fianco a fianco, sono ormai due fratelli e sembrano avere un piano, l’unica salvezza per quello che rimane degli Avengers. Qui, Steve mostra la foto di Peggy Carter, unico e grande amore della sua vita. Nostalgia o un indizio poco rassicurante sul futuro del supereroe a stelle e strisce? Steve Rogers, inoltre, è tornato ad essere a tutti gli effetti Captain America – dopo la parentesi nei panni di Nomad in Infinity War – e indossa l’uniforme di Captain America: The Winter Soldier.

5) Nella botte piccola… c’è il supereroe buono!

Dopo averci mostrato il titolo del film (Avengers: Endgame, appunto), mentre Natasha e Steve sono all’interno della Facility Area, qualcuno bussa alla porta. Scott Lang, alias Ant-Man, si presenta a loro senza armatura ma col furgoncino che abbiamo visto in Ant-Man and the Wasp. Il trailer si conclude con l’apparizione (questo sembra) del supereroe più piccolo del gruppo. Un attimo, però. Ant-Man non era rimasto intrappolato nel Regno Quantico alla fine del secondo capitolo stand-alone a lui dedicato? Il Regno Quantico, anche chiamato Microverso, è una dimensione alternativa, una realtà che si presta a molteplici viaggi. Il tempo, nel Microverso, scorre molto più lentamente rispetto all’Universo. Sarà questa la chiave per salvare l’umanità?