Game of Thrones regala settanta minuti di tensione: col sesto episodio della settima stagione non si può più tornare indietro.

Game of Thrones 7 è giunto ormai, non senza problemi, al rush finale. La HBO spagnola, infatti, ha rilasciato con diversi giorni in anticipo la puntata per uno sbaglio (c’è da chiedersi come queste disattenzioni possano essersi verificate “casualmente”).

Penultimo episodio della stagione, Beyond the wall si apre così come si era chiuso il quinto: la squadra (improvvisata?) ha lasciato la Barriera e si avventura in pieno inverno alla ricerca di un Estraneo, per catturarlo e portarlo al cospetto di Cersei, affinché capisca qual è il vero nemico.

 

Game of Thrones

 

Una bufera sorprende Jon Snow e i “suoi uomini”, che nell’impervio percorso scambiano chiacchiere quasi superflue. Se Gendry rivolge parole d’astio alla Fratellanza per averlo ceduto alla Donna Rossa alla stregua di un prigioniero qualunque, il Mastino e Tormund si confrontano sui propri gusti sessuali e sul suo ormai dichiarato amore per Brienne of Tarth, oramai oggetto incondizionato del desiderio del Bruto.

 

Game of Thrones

 

Poche parole scambiate anche fra Jon e Jorah, riguardo Mormont: Jon vorrebbe restituirgli la spada che il Guardiano della Notte gli aveva dato, appartenendo questa alla sua casata; ma Jorah è consapevole che la scelta di suo padre non ha nulla di casuale, e la testa di lupo con cui quella d’orso è stata sostituita ne è un simbolo, per così dire.

Il primo pericolo è rappresentato da un orso non-morto, che assale Thoros, ferendolo quasi mortalmente.

Il momento tanto atteso è giunto: avvistano un Non-Morto e, con difficoltà, riescono a catturarlo. Ma l’urlo spietato dell’Estraneo catturato diventa il richiamo per un’orda incredibile e spettacolare televisivamente parlando dei suoi simili. Jon non aveva previsto quello a cui i suoi occhi assistono. Estranei, tantissimi Estranei, li accerchiano. A separarli soltanto un lago ghiacciato.

 

Game of Thrones

 

Trascorrono ore terribili, di attesa nel gelo dell’inverno. Ore in cui Thoros esala il suo ultimo respiro. Ore durante le quali l’acqua del lago ha avuto il tempo di congelare nuovamente. Questo significa solo una cosa: la marcia degli Estranei può proseguire. L’unica chance per la squadra di uomini è Gendry, inviato da Jon alla Barriera a chiedere soccorso a Daenerys.

 

Game of Thrones

 

La battaglia con gli Estranei è una causa persa, sono troppi, e imbattibili con gli strumenti a disposizione. È proprio quando sembra tutto perduto, che Daenerys fa il suo ingresso nella scena. Assieme ai suoi draghi, dà fuoco all’orda di Estranei. I compagni di disavventura riescono a raggiungerla e a salire su uno dei draghi, ma Jon è lontano da loro. Sta cercando di allontanare da loro gli Estranei che sono pericolosamente vicini.

 

Game of Thrones

 

Mai il temporeggiare è più fatale. Lo shock è dietro l’angolo: il Re della Notte approfitta meschinamente di questi momenti, scagliando una lancia che colpisce e uccide Vyseris. Non c’è più speranza per lui, e Daenerys assiste pietrificata alla scena. Non c’è più tempo, devono spiccare il volo prima che la madre dei draghi perda un altro figlio.

Jon resta lì, pare che non abbia più speranze. Ma a salvarlo, ancora una volta, giunge un uomo a cavallo: è suo zio Benjen, che immola la propria vita permettendo a Jon di fuggire.

Giunto alla Barriera, assistiamo ad un dialogo accorato e intimo tra Jon e Daenerys, ormai completamente infatuata. L’attrazione è evidente, ma l’attenzione è rivolta tutta alla battaglia finale.

Parallelamente alle vicende oltre la Barriera, a Grande Inverno la tensione fra le sorelle Stark è alle stelle, soprattutto grazie all’intervento velato di Ditocorto. Il dialogo è serrato, pieno di rancore. Arya ha ormai capito che Sansa punta al potere, recriminandole un atteggiamento che dalla prima stagione ad oggi ha visto anteporre i suoi frivoli interessi a scapito della famiglia. Ma Sansa non è più una sprovveduta, ed è in grado di controbattere ad una sorella che non riconosce più e di cui ha paura adesso.

 

Game of Thrones

 

Ma non è finita qui. In una chiusura a grandissimo impatto visivo, oltre la Barriera il Re della Notte ordina ai suoi di recuperare il corpo esamine di Vyseris, sprofondato nel lago ghiacciato dopo essere stato colpito. Il drago apre gli occhi, occhi di ghiaccio. Adesso è anche lui un non-morto.

 

Game of Thrones

 

Cosa accadrà nel finale di stagione? Non resta che attendere per pochi giorni, che ci sembreranno interminabili. Intanto, vi mostriamo il trailer del settimo episodio.