Dopo intensi giorni dedicati alle donne tra luccicanti red carpet e film al femminile,
ieri è stata la volta del ritorno di David Lynch, di cui abbiamo ampiamente parlato,
e della rinascita dell’attore Robert Pattinson.

Siamo sempre più vicini alla consegna dell’ambita Palma D’oro (che per i 70 anni del Festival si è vestita d’oro e diamanti) e alla fine di questa affascinante edizione del Festival di Cannes. Sorpassato il passaggio di Nicole Kidman, che ha letteralmente monopolizzato la Croisette, finalmente è arrivato un grande protagonista maschile: Robert Pattinson.

Robert Pattinson è il personaggio principale della pellicola Good Time, diretta dai fratelli Benny Safdie e Josh Safdie, in concorso nella selezione ufficiale.

Dopo Cosmopolis, Good Time è l’ennesimo film drammatico e violento che sbarca a Cannes con Robert Pattinson come assoluto protagonista. Qui l’attore veste i panni di Constantine Nikas, un rapinatore di banche che nel corso di una notte concitata tenterà di far uscire di prigione il fratello, dopo un colpo finito male.

L’impresa si rivelerà una vera discesa negli inferi urbani: si immergerà nei peggiori bassifondi, affrontando una crescente violenza e corruzione. Nel cast figura anche Jennifer Jason Leigh. A produrre il film niente di meno che la A24, già trionfatrice agli Oscar 2017 con Moonlight.

La pellicola, che vanta riferimenti al cinema di Tarantino, Scorsese e Lumet, è un thriller con sfumature noir: ha entusiasmato la stampa e gli addetti ai lavori. Robert Pattinson, che si è fatto conoscere al grande pubblico grazie alla vampiresca saga Twilight, dimostra ancora una volta la sua crescita professionale e continua a proporre personaggi borderline per il cinema indipendente. Gli amanti delle scommesse danno Good Time come probabile vincitore della Palma D’Oro e c’è già chi candida Pattinson come miglior attore per questa settantesima edizione.

In calce il trailer di Good Time con Robert Pattinson.

A cura di Roberta Panetta
Photo Credits: La Repubblica – A24