Abbiamo incontrato Kim White, la direttrice della fotografia
dei Pixar Animation Studios e l’abbiamo intervistata per voi

Al via la 18^ edizione di View Conference, la manifestazione torinese che celebra l’animazione, i segreti degli effetti speciali e che porta nel capoluogo piemontese gli esperti del settore.

Abbiamo partecipato questa mattina all’incontro con Kim White, Direttrice della Fotografia, dell’Illuminazione e dei Colori dei Pixar Animation Studios.

Cars 3, terzo capitolo dedicato alle avventure di Saetta McQueen, è uscito nelle nostre sale lo scorso 14 settembre. Nel mondo cinematografico la sfida delle fotografia è forse una delle più grandi. II gioco di luci, di colori, di riflessi e di contrasti è ciò che andrà a caratterizzare l’opera e che restituirà allo spettatore il mood di quella determinata scena che si sta osservando.

Sulla base di questa sfida il team che si occupa della fotografia inizia un lavoro arduo di documentazione e di infiniti test.
Kim White lo sa bene, per questo, durante la sua Masterclass a View Conference ha descritto in maniera dettagliata come sono stati ricostruiti i riflessi sulle vetture: se complicato è il lavoro d’illuminazione cinematografica sulle persone, immaginatevi sulle auto.

Così, con l’aiuto di alcuni esperti del settore (per esempio famosi venditori americani di automobili), il team capitanato da Kim White ha lavorato all’elaborazione della luce brillante, ricostruendo i riflessi che essa ne comporta.

cars 3

Cars 3 ha toni più cupi dei primi due film e questo perché, se avete visto la pellicola, Saetta McQueen vive un momento di crisi dovuto alle preoccupazioni per l’imminente (forse) fine della sua carriera.

Sono stati mantenuti alcuni toni frizzanti, ma si alternano ai toni ombrosi, abilmente creati dal cloud-shadow.

Focalizzandoci invece sulle texture, complicato anche il lavoro dietro la riproduzione del terreno sabbioso nelle scene in cui vediamo Cruz Ramirez gareggiare con Saetta McQueen, nonché il fango della gara automobilistica nel Thunder Hollow. Pensate che, per ricreare il rossiccio del fango tipico di quei circuiti dell’America del Sud, Kim White ha visitato personalmente le location. Il fango riprodotto in Cars 3 è di diversa natura: bagnato, asciutto e a tratti grumoso, in ogni caso perfettamente realistico.

Al termine dell’incontro abbiamo avuto la possibilità di porre alcune domande a Kim White, ecco cosa ci ha detto durante la roundtable con i giornalisti italiani:

  • Come ci si sente a essere la direttrice della fotografia dei Pixar Animation Studios? Quali responsabilità comporta questo ruolo? Ho moltissime responsabilità. Se non sono coinvolta direttamente nella realizzazione del film, ho il compito di coordinare i “lighters”, parlare del budget ecc… Se invece sono direttamente all’interno del progetto, come accaduto per Cars 3, ho il dovere di decidere i colori, visitare le location, insomma tutto ciò che vedete sullo schermo viene deciso da me. Amo davvero quello che faccio.
  • In merito a Cars 3, ho particolarmente apprezzato alcune scene ricostruite con dovizia: per esempio l’incidente di Saetta McQueen in slow motion. Come si coniuga il lavoro degli effetti speciali e della fotografia in scene come quella? Si coniuga grazie alla ricerca incessante della realtà e del realismo che vogliamo ricreare: è un grande lavoro, ma il risultato finale è sempre gratificante.
  •  Parlando del personaggio di Cruz Ramirez: come è stato costruito a livello fotografico? Cruz Ramirez è un bellissimo personaggio. La sua resa visiva è molto simile a quella di Saetta McQueen, stessi riflessi e stessa illuminazione. Non è stata una grande sfida perché è più semplice lavorare quando si ha colori sgargianti come il giallo.
  • Cars 3 unisce evoluzione e passato: quanto è difficile trovare il giusto equilibrio tra qualità e popolarità? Il mondo di Cars è completamente cambiato, se guardiamo il primo Cars e quest’ultimo c’è una grande differenza dovuta all’evoluzione delle tecniche utilizzate. Ma in fondo la storia ci porta un po’ a Radiator Springs, cioè sei sicuro di essere nell’universo Cars, ma sei abbagliato dai nuovi colori e dai nuovi effetti speciali che sono presenti in questo capitolo.