Jaime Lannister è uno dei personaggi della serie tv Game of Thrones. Fratello gemello di Cersei e figlio di Tiwyn Lannister, è una figura a tratti controversa, sicuramente destinata a cambiare nel corso delle sei stagioni.

Interpretato dall’attore danese Nicolaj Coster-Waldau, è soprannominato lo Sterminatore di Re, poiché è per sua mano che Aerys II Targaeryen morì, durante la ribellione di Robert Baratheon. Nella prima stagione, scopriamo subito che sin dalla più giovane età intrattiene una relazione incestuosa con sua sorella, e che è il vero padre dei discendenti al Trono di Spade. D’altronde, i lineamenti e i capelli dorati sono tratti tipicamente riconducibili ai Lannister e non ai Baratheon.

Scoperto in un momento di intimità dal piccolo Bran, durante la visita ufficiale della corona a Grande Inverno, lo spinge dalla cima della torre, per eliminare ogni minaccia di diffamazione. Bran rimarrà paralitico per sempre.

In seguito alla morte di Re Robert, Jaime è schierato dalle forze comandate da suo padre Tiwyn ma viene catturato dagli Stark, che intendono barattarlo in cambio delle sorelle Arya e Sansa. Durante il periodo di prigionia, dopo aver confessato i suoi atti criminosi, viene liberato da Catylin Stark e affidato nelle mani di Brienne di Tarth, che ha giurato fedeltà alla donna e che promette di ricondurre Jamie ad Approdo del Re e di restituirle le figlie. Durante il loro viaggio, Jaime e Brienne vengono catturati dalle forze di Roose Bolton: è qui che lo Sterminatore di Re perderà una mano, tagliata sadicamente da quegli uomini  per punirlo. La perdita dell’arto rappresenta per Jamie un atto umiliante e denigratorio, dal momento che egli è prima di tutto un cavaliere e un combattente. La situazione avvicina Jaime a Brienne in una sorta di intimità che però non è in grado di sfociare in nulla che non sia stima e rispetto.

Jaime, contrariamente a sua sorella Cersei, nutre affetto nei confronti di Tyrion. Quando questi viene accusato dell’assassinio di Joffrey, Jamie non può permettere che suo fratello venga giustiziato e, in accordo con Varyis, lo aiuta a fuggire. Questo fatto, di cui Cersei chiaramente entra subito a conoscenza, inizierà a minare il rapporto simbiotico tra i due. Viene infatti mandato a Delta delle Acque, lontano da Approdo del Re, riuscendo a riprendere il castello senza spargimenti di sangue.

Incaricato da Cersei di riportare a casa da Dorne la loro figlia Myrcella, Jaime è pronto nuovamente a salpare per portare in salvo la ragazza, che gli morirà però fra le braccia proprio dopo aver riconosciuto in lui suo padre. Questo lo separa quasi definitivamente da Cersei, che inizia a detestarlo e a ritenerlo responsabile di troppe vittime.

Lontano da casa nel tentativo di dissuadere Pesce Nero ad arrendersi, Jamie torna ad Approdo del Re soltanto sul finire della sesta stagione. Il tempio è stato distrutto dall’Alto Fuoco e Tommen è ormai morto (la profezia secondo la quale Cersei avrebbe perso tutti e tre i suoi figli si è compiuta). Tra Jaime e Cersei la voragine è enorme.

Photo Credits: HBO