Buon Compleanno Chris Evans! L’attore di Captain America compie oggi 36 anni. 
Ripercorriamo insieme la sua carriera, tra cinecomic, fantasy e ruoli drammatici.

Nato a Boston il 13 giugno del 1981, Chris Evans ha sempre dichiarato di aver manifestato un profondo interesse per il mondo della recitazione sin da bambino, passione che ha coltivato con dedizione e che lo ha portato in teatro nei primi anni della sua carriera. L’aitante attore ha esordito sul grande schermo, nel 2001, in una tipica screwball comedy, Non è un’altra stupida commedia americana (Not Another Teen Movie), interpretando un divertente belloccio tutto muscoli e niente cervello, il bullo della scuola che si innamora della nerd di turno. Continua recitando in una commedia, The Perfect Score, nel primo di una lunga serie di film accanto a Scarlett Johansson e nel thriller-action Cellular, pellicola del 2004 con Jason Statham e Kim Basinger.

 

Il successo è dietro l’angolo

Il grande pubblico conosce Chris Evans nel 2005, anno in cui viene scelto per il film fantasy I Fantastici 4, ispirato al fumetto Marvel. Sfoggiando un fisico statuario, unito al suo sguardo sexy, Evans è la Torcia Umana, un umano colpito da radiazioni cosmiche che lo porteranno a mutare la sua struttura genetica e a sviluppare la capacità di generare del fuoco. L’attore tornerà ad interpretare nuovamente Johnny Storm anche nel sequel I Fantastici 4 – The Silver Surfer, nel 2007.

Entrare a far parte dell’universo Marvel e di un blockbuster come Fantastic 4 permette a Chris Evans di sperimentare la sua arte in altre pellicole fantascientifiche: è il caso di Sunshine di Danny Boyle (2007) e di Push con Dakota Fanning (2009).

Sempre in questi anni si conferma il sodalizio artistico con Scarlett Johansson: i due sono protagonisti de Il Diario di una Tata, una leggera e piacevole commedia newyorkese tra i grattacieli dell’Upper East Side.

The First Avenger – Il Primo Vendicatore


Chris Evans viene definitivamente catapultato nell’Olimpo dei grandi attori hollywoodiani quando, nel 2011, viene scelto dai
Marvel Studios per interpretare il primo e storico Avenger: Captain America. Scelta criticata da pubblico e addetti ai lavori, Chris Evans interpreta da ben sei anni il Super Soldato. Integerrimo, patriottico e con un animo nobile, il suo Capitano è un personaggio tridimensionale. Chris Evans riesce a essere perfettamente in parte sia nel ruolo del rachitico Steve Rogers (realizzato in CGI), sia in quello del forzuto supereroe facendo ricredere tutti i suoi detrattori.

L’attore torna nei panni di Captain America in tutti i cinecomic dedicati alla squadra degli Avengers e in altri due film del Capitano: The Winter Soldier e Civil War, migliorando ogni volta la caratterizzazione del suo personaggio fino a renderlo una delle più fedeli trasposizioni cinematografiche tratte dai fumetti.

A Chris Evans di certo non manca quel physique du rôle che potrebbe confinarlo per sempre nel ruolo di supereroe, ma non è solo questo. Per chi, come me, segue la sua carriera da tempi non sospetti, sa che l’attore ha recitato in film drammatici e, pur essendo poco conosciuti, andrebbero recuperati. E’ stato protagonista di Puncture: nei panni di un giovane avvocato talentuoso e sopra le righe qui indaga contro il sistema corrotto delle aziende farmaceutiche statunitensi. Nel 2013 ha recitato accanto a Tilda Swinton e al compianto John Hurt in un film fantascientifico e apocalittico, Snowpiercer di Bong Joon-ho, dando ancora una volta prova della sua versatilità.

In grado di destreggiarsi tra ruoli drammatici e altri meno complessi, ha di recente intrapreso la strada della regia nel film Before We Go. Cogliendo l’occasione per augurargli un buon compleanno, vi ricordiamo che vedremo Chris Evans nel dramma familiare Gifted – Il Dono del Talento a partire dal 14 settembre, e ancora in Avengers: Infinity War nel 2018.

A cura di Roberta Panetta
Photo Credits: Pinterest – Marvel Studios