Game of Thrones continua la corsa inarrestabile verso il finale di stagione col quinto episodio, Eastwatch. L’inverno sta davvero arrivando.

SPOILER

Game of Thrones è giunto ormai al quinto episodio della settima stagione. Anche stavolta la HBO ha dovuto affrontare i problemi legati all’azione illegale di hacker che si sono appropriati del leak della puntata, diffondendone in rete la trama.

Eastwatch si apre mettendo a tacere tutte le teorie lasciate aperte dalla conclusione del quarto episodio, The spoils of war. Jaime aveva tentato il tutto per tutto, scagliandosi in una corsa pericolosissima per colpire e uccidere Daenerys, ma la presenza del drago e il suo fuoco avevano attentato alla sua vita. Bronn era intervenuto ancora una volta in suo aiuto, scagliandolo nell’acqua. Vediamo così Jaime e Bronn uscire dall’acqua, vivi quindi, e pietosamente consapevoli della portata del loro nemico.

Intanto sul campo di battaglia ormai devastato e raso al suolo un Tyrion spaventato assiste alle condizioni di resa emesse da Daenerys. Ai vinti è offerta una scelta: inginocchiarsi alla regina e servirla, o perire. Gran parte dell’esercito dei Lannister, intimorito dalla presenza di Drogon, sceglie di inginocchiarsi, ma non Randyll Tarly e suo figlio Dickon, il cui destino è quello di morire inceneriti dal fuoco di drago.

 

Game of Thrones

 

Jaime, ritornato ad Approdo del Re, comunica a Cersei la situazione in cui imperversa il loro esercito, che ha subito molte perdite e che appare inadeguato ad affrontare non soltanto tre draghi ma anche le truppe dei Dothraki. Ma Cersei non mostra il minimo intento di piegarsi alla Madre dei Draghi: il suo obiettivo è quello di restare sul trono servendosi dell’astuzia e dell’intuito laddove manca la forza.

 

Game of Thrones

 

Jaime rivela ancora una volta un carattere diplomatico, e paventa alla sorella la possibilità di un armistizio con Daenerys, affinché la sua famiglia non assista ad una totale disfatta. Armistizio che potrebbe essere portato avanti da Tyrion. Ma è chiaro che Cersei non lascerà mai il proprio destino nelle mani di colui che ritiene l’assassinio di suo figlio. Finalmente Jaime è in grado di rivelarle la confessione di Lady Olenna in punto di morte: non è stato Tyrion, ma una Tyrell, che solo così avrebbe potuto facilitare l’ascesa di sua nipote sul trono.

A questo punto, a Roccia del Drago, assistiamo ad una scena che definiamo quasi commuovente. Daenerys, in sella a Drogon, si avvicina pericolosamente a Jon Snow. Nonostante l’aspetto spaventoso del drago, Jon si avvicina cautamente a lui, carezzandogli il volto.

 

Game of Thrones

 

Ma non c’è tempo, neanche stavolta, per i due. L’arrivo di Ser Jorah, tornato per servire la sua regina, allieta Daenerys, che lo accoglie fra le sue braccia.

 

Game of Thrones

 

Un’altra rivelazione di questa puntata di Game of Thrones è affidata, ancora una volta, agli occhi di Bran Stark, il quale affida la sua vista ai corvi, in volo oltre la Barriera. Qui si sta consumando l’avanzata degli Estranei, fatto che rivela l’incalzare dei tempi e il necessario intervento da parte di tutti per ostacolarne l’arrivo. Jon deve partire, il pericolo lo richiede, e non ha certo bisogno del permesso di Daenerys per farlo.

Nel frattempo, a Grande Inverno Sansa Stark ha a che fare con il malcontento generale dei Lord del Nord, che richiedono la presenza del loro Re. Arya assiste silenziosa all’operato di sua sorella, che sembra chiaramente non condividere. Sebbene Sansa provi affetto nei confronti di Jon, il desiderio recondito di tutelare se stessa nel caso in cui lui non tornasse prevale su ogni senso protettivo nei suoi confronti.

Intanto, Sam e Gilly a Cittadella si trovano ancora una volta sommersi da libri antichi e scartoffie. È singolare che gli autori della serie scelgano di affidare proprio a Gilly una rivelazione che non può non aver scatenato visibilio tra i fan: sfogliando uno dei tanti libri, la giovane donna legge che Rhaegar Targaryen annullò le sue nozze (con Elia Martell) per risposarsi a Dorne. Date le rivelazioni con le quali si era conclusa la sesta stagione di Game of Thrones, è impossibile non domandarsi se quindi Rhaegar prese in moglie Lyanna Stark, privando finalmente Jon dell’appellativo di bastardo e dandogli la legittimazione al trono che in molti attendono da sempre.

 

Game of Thrones

 

A Tyrion e Davos spetta il compito di andare ad Approdo del Re, dove Tyrion proverà a convincere suo fratello della necessità di un armistizio di fronte ad un pericolo più grande. Ma le chance che Jaime ne sia persuaso e soprattutto che persuada Cersei sono pressoché nulle, specie nel momento in cui scopriamo che la donna aspetta un figlio, un altro figlio da Jaime.

Davos porta avanti un’altra missione ad Approdo del Re: trovare Gendry, figlio bastardo di Robert Baratheon, e portarlo con sé da Jon. L’incontro fra questi due personaggi è quantomai bizzarro, non fosse che per ciò che li accomuna (fino a prova contraria).

 

Game of Thrones

 

Arya, poco convinta fin dal suo arrivo delle buone intenzioni di Ditocorto, sceglie di seguirlo, per smascherarlo definitivamente. Ma tutti sappiamo quanto perversa e astuta sia la sua mente. Vediamo infatti che sta bluffando, lasciando credere ad Arya che sua sorella Sansa trami qualcosa alle spalle di Jon. Sorprende il fatto che Arya non l’abbia ancora capito.

 

Game of Thrones

 

A questo punto, sul finale della puntata, vediamo i primi passi della missione ideata da Jon Snow. È tornato alla barriera, a fianco di Ser Jorah, con l’obiettivo di superare quel confine ormai precario e di catturare un Estraneo.Soltanto con la prova tangibile del pericolo e dell’esistenza dei Non-Morti Cersei potrebbe accettare di fermare la battaglia, e a sua volta Daenerys potrebbe mettere da parte l’obiettivo del trono di spade per aiutare Jon coi suoi uomini.

 

Game of Thrones

 

Alla Barriera altre figure aiuteranno Jon, Jorah, Gendry e Tormund: si tratta del Mastino, di Beric Dondarrion e Thoros, in quella che si rivela una spedizione all’ultimo respiro. Dal trailer della sesta puntata, vediamo infatti la squadra combattere contro gli Estranei. Non resta che attendere.