Photo: SHAYAN ASGHARNIA FOR VARIETY

Emma Stone e Timothée Chalamet sono stati alcuni dei protagonisti del consueto appuntamento di Variety, noto portale di entertainment statunitense, Actors on Actors, una sorta di intervista incontro tra attori che per performance o film in usciti sono (e saranno) stati i più influenti della stagione cinematografica.

L’emergente Timothée Chalamet è stato uno di questi grandi protagonisti: grazie alla sua perfomance nei panni di Elio in Chiamami col tuo nome, ha portato a casa diverse candidature e molti premi. Dopo essere comparso anche nel bellissimo coming of age Lady Bird, è ora il personaggio principale di Beautiful Boy, film passato in anteprima anche alla Festa del Cinema di Roma. Qui, Chalamet interpreta un giovane tossicodipendente, ribelle, problematico, che poco apprezza l’amore donatogli dalla famiglia.

Emma Stone, che poche settimane fa ha compiuto 30 anni, è già una veterana di Hollywood. Dopo il suo debutto in Easy A e grandi performance come quella in The Help, ha ricevuto la sua prima candidatura all’Oscar grazie a Birdman, ma è stata definitivamente divinizzata grazie al ruolo di Mia Dolan in La La Land, sbaragliando ogni tipo di concorrenza. Nella stagione cinematografica 2018/2019 è protagonista del bellissimo La Favorita, pellicola di Yorgos Lanthimos presentata in anteprima alla 75a Mostra del Cinema di Venezia. Scordatevi la Emma dalle dolci maniera perchè, qui, la vedrete in una veste inedita: arrivista, opportunista, aspirante cortigiana, il suo personaggio brandisce una volontà di ferro.

I due attori, senza dubbio, rappresentano il futuro di Hollywood, insieme a pochi altri talentuosi professionisti della loro generazione.

Durante l’incontro Actors on Actors i due hanno parlato della loro età, della loro carriera e di alcuni episodi divertenti legati ai film di cui sono stati protagonisti.

Timothée Chalamet: Non abbiamo una grande differenza d’età, ma sono cresciuto vedendo molti dei tuoi film.
Emma Stone: Sono così vecchia!

Nel corso della chiacchierata, inoltre, Chalamet ha raccontato di non aver reagito molto bene alla prima visione di Interstellar. L’attore ha dichiarato che durante una visione privata del film con Nolan (il regista), Jessica Chastain e Anne Hathaway, ha amato il film, ma alla fine ha pianto più di un’ora consecutiva.

Perchè? Chalamet, nonostante abbia amato la pellicola, ha apprezzato un po’ meno il suo ruolo: troppo piccolo e con poco spazio. Ma ancora non sapeva cosa lo aspettava dopo quella esperienza!