Arriva, a 35 anni di distanza,  Ghostbusters 3 diretto da Jason Reitman. La pellicola sarà il sequel dei primi due episodi degli anni ’80. 

Le voci si rincorrevano da mesi. Qualche indiscrezione sul possibile regista e il popolo de web  inizia a chiedersi “Davvero? Sarà possibile?” Oggi arriva la conferma. Dopo 35 anni arriva il terzo capito dei Ghostbusters – Acchiappafantasmi che ignorerà le vicende del reboot del 2016 e sarà un vero e proprio sequel dei precedenti capitoli.

A dirigere la pellicola, per la Sony Pictures, sarà il quattro volte candidato all’Oscar Jason Reitman, figlio del Ivan Reitman, regista e produttore dell’originale Ghostbusters del 1984 e il suo sequel Ghostbusters II del 1989.
Con un  post sul suo profilo Instagram, Reitman ha dichiarato di “avere finalmente le chiavi della macchina” riferendosi all’iconica Ecto-1 simbolo della saga.
“Sono sempre stato un fan di Ghostbusters” ha dichiarato Reitman ad Entertainment Weekly, “fin da quando a sei anni sono stato sul set di mio padre. Ho sempre voluto fare un film per gli altri fan. Questo sarà il prossimo capitolo della saga, non si tratta di un reboot. Quello che è accaduto negli anni Ottanta rimane negli anni Ottanta mentre questo film è ambientato nel presente”.

Jason Reitman- Ghostbusters- sequel

Per quanto riguarda la trama, sappiamo che Ghostbusters 3, è stato scritto da Reitman stesso e Gil Kenan e riprenderà la storia di Ghostbusters II senza nessun riferimento al reboot femminile del 2016 diretto da Paul Feig e sarà ambientato nel presente.
A proposito della notizia, Ivan Reitman, regista dei primi due capitoli, ha ha raccontato la prima volta che il figlio ha condiviso con lui il progetto: «Ero molto sorpreso quando è venuto da me e mi ha detto, “So di aver detto negli ultimi 10 anni che sono l’ultima persona che dovrebbe fare un film di Ghostbusters, ma ho quest’idea”. Alla fine, stavo piangendo, era così divertente e piena di emozioni».

L’uscita di quello che potrebbe essere a tutti gli effetti Ghostbusters 3 è prevista per l’estate 2020. Non vi sono ancora conferme sul cast. Non sappiamo ancora quindi se rivedremo la faccia tosta del grande Bill Murray o la simpatia di Dan Akroid e Ernie Hudson. Quello che sappiamo è che, comunque vadano le cose, non potremo che avere una fitta al cuore per l’assenza di Harold Ramis è morto nel 2014, indimenticabile interprete dell’ironico Dott.Egon Spengler.

Che dire, restate connessi per tutte le informazioni sull’entusiasmante progetto, vi terremo aggiornati.