La lunga e spasmodica attesa è finita, Gomorra ricomincia! La terza stagione arriva su Sky Atlantic HD venerdì 17 novembre e sarà a disposizione anche su Sky On Demand ogni venerdì alle 21.15.

Noi siamo andati a vedere le prime due puntate al cinema in anteprima ed è stato pazzesco! Non solo perché siamo riusciti a saziare in anticipo la nostra curiosità, ma anche perché l’esperienza totalizzante del grande schermo ci ha permesso di immergerci completamente nella serie e amplificare le emozioni che suscita…il che vuol dire, come potete immaginare, che è stato un pugno nello stomaco!

Ma veniamo alla storia: avevamo lasciato tutti i protagonisti di Gomorra (per lo meno i sopravvissuti) frastornati da un vortice di omicidi, tradimenti e prese di potere giocate all’ultimo scugnizzo. Ed ora… Nel primo episodio si fanno i conti con il passato e si tirano le fila delle situazioni in sospeso; si tratta di una ripresa soft, in contrasto con il ritmo frenetico degli avvenimenti e con l’inarrestabile escalation di crudeltà con cui si era conclusa la seconda stagione.

Nel secondo episodio l’attenzione ritorna su Ciro di Marzio e sulla sua incredibile furbizia, o meglio cazzimma, visto che è sempre improntata al suo tornaconto personale; gli eventi lasciano intravedere un barlume di umanità in lui, anche se ci aspettiamo come tutte le altre volte che nel prossimo episodio ci deluda nuovamente commettendo azioni spietate o crimini efferati, alternanza che ci riporta alla realtà e non permette di affezionarsi o empatizzare con nessuno di questi soggetti senza scrupoli.

Dopo aver rivisto nel primo episodio alcuni volti già noti, quelli dei pochi ancora in vita, fanno capolino nuovi personaggi e nuovi clan che saranno probabilmente il motore dei prossimi avvenimenti.

In conclusione si tratta di due puntate introduttive che ci preparano alla nuova stagione e vederle al cinema ci ha inchiodati allo schermo e ha amplificato la percezione della verosimiglianza dei fatti narrati, facendoci uscire con la sensazione che non c’è davvero limite al peggio. Uagliò, “stat’ senza pensier”, Gomorra è tornata!

Photo Credits: Sky Atlantic