Harry Potter e la pietra filosofale, stasera su Italia 1

Un amante dei libri, del cinema e delle serie tv è in grado di viaggiare in posti lontani, attraverso epoche passate, rimanendo comodamente a casa. Probabilmente è la caratteristica che più piace e che rende questi hobby vere e proprie passioni. Ma cosa succede quando il fan si muove e va a visitare fisicamente quei luoghi visti sul grande schermo o solamente immaginati?

Io amo le serie tv e il cinema, ma adoro anche viaggiare, ed è per questo motivo che nell’ultimo anno e mezzo ho organizzato un tour in Scozia, alla ricerca delle location di Outlander ed Harry Potter, e uno a Londra, perché di Harry non avevo visto abbastanza.

Ho sempre amato il maghetto, fin da quando ho visto il primo film nel cinema di quartiere, undicenne come lui, e la mia è diventata quasi una psicosi quando ho iniziato a leggere i romanzi di J.K. Rowling. Il mio viaggio in Scozia prima, e a Londra poi, mi hanno mostrato tante chicche e curiosità sui film della saga che mi piacerebbe condividere con voi…

Il Quidditch in Harry Potter e la Pietra Filosofale: Alnwick Castle

L’Alnwick Castle si trova nel nord dell’Inghilterra, molto vicino al confine scozzese, ed è il secondo più grande castello abitato dello Stato. L’area esterna, nel retro del castello, è stata utilizzata per girare alcune tra le scene più iconiche di Harry Potter e la Pietra Filosofale: la prima lezione di volo di Madama Bumb, in cui Harry insegue sulla scopa Malfoy, che ha rubato la Ricordella del povero Neville, e poi il momento in cui il capitano della squadra di Quidditch Grifondoro, Oliver Baston, insegna a Harry le regole del gioco. Durante la mia visita ho potuto assistere a una delle attività di intrattenimento organizzate per i fan di Harry, e ce n’è per tutte le età!

“È insopportabile, dico davvero. Per forza che poi non ha amici!”

In uno dei cortili interni dell’Alnwick Castle è stata girata un’altra scena importante del film: quella in cui Hermione, dopo aver sentito Ron prenderla in giro con i suoi amici, scappa in lacrime e si nasconde nel bagno. L’arrivo di un troll e il salvataggio da parte di Harry e Ron della ragazza simboleggia l’inizio di una delle amicizie più belle del panorama letterario e cinematografico. Questo cortile è stato usato più volte nel corso della saga per girare scene di vita scolastica di Hogwarts.

L’ingresso a Hogwarts

The Lion Arch non è solo l’entrata dell’Alnwick Castle, ma nel film è stato usato anche come punto di ingresso e uscita della Scuola di Magia, in scene in cui i protagonisti dovevano andare verso la capanna di Hagrid o la Foresta Proibita, il che solitamente portava guai!

Il binario 9 e ¾

Tutti sanno che la stazione da cui parte l’Hogwarts Express è King’s Cross, punto importante di snodo ferroviario della città di Londra. Forse non tutti, invece, sanno che la stazione è stata ampiamente modernizzata dopo il primo film della saga, operazione che ha mantenuto intatto l’iconico carrello incastrato nel muro tra i binari 9 e 10. Qui i fan possono mettersi in coda e farsi scattare una foto professionale con tanto di bacchetta e sciarpa della propria casa preferita, sciarpa che verrà fatta svolazzare nel momento opportuno da alcuni ragazzi addetti al compito!

Il Binario 9 e ¾ invece è sempre stato negli Studios di Leavesden, cittadina alla periferia di Londra, ed è visitabile insieme ad altri oggetti di scena e set originali (visita che io consiglio, sul serio, andate!)

 

Il set più piccolo di Harry Potter

Non mi dilungherò ulteriormente su ciò che si può vedere negli Studios (un po’ per non spoilerare futuri visitatori, un po’ perché gli oggetti di scena da elencare sarebbero INFINITI, per ogni film girato) ma l’unico scatto di cui vi parlerò è questo, il sottoscala in cui Harry dormiva quando viveva con gli zii a Privet Drive. La particolarità è che questo set, naturalmente costruito ad hoc, è il più piccolo in cui i produttori e gli attori abbiano dovuto lavorare nel corso di tutta la saga, e vi giuro che è veramente angusto!

Scozia e Inghilterra hanno mille altre location in cui è stato girata la saga di Harry Potter, e altre in cui mamma Rowling ha creato il suo maghetto occhialuto.

Ora, vi è venuta voglia di partire? Gambe in spalle, sulla scopa, e buon viaggio!