Una notizia che ci rattrista per le motivazione che porta con sè: Josh Whedon terminerà le riprese del cinecomic Justice League al posto di Zack Snyder. Quest’ultimo ha deciso abbandonare il progetto a causa di una tragedia familiare. Lui e sua moglie Deborah due mesi fa hanno infatti perso loro figlia Autumn, suicidatasi all’età di 20 anni.

“Ho pensato sarebbe stato catartico tornare a lavoro, seppellirmici per trovare una via d’uscita dal dolore. La richiesta di impegno da parte di questo progetto è piuttosto intensa. Mi ha consumato…Ho deciso di ritirarmi dal film per stare con la mia famiglia, con i miei figli, che hanno davvero bisogno di me. Stiamo tutti passando un momento molto difficile.” Con queste parole Snyder ha annunciato il ritiro dal progetto di Justice League.

L’uscita di Justice League nelle sale americane è prevista per il prossimo 17 novembre. Secondo gli addetti ai lavori, Whedon dovrebbe girare delle scene addizionali del film, senza introdurre nuovi personaggi ma adattando quelli già presenti nel progetto. Whedon è già stato scritturato per scrivere e dirigere Batgirl.
Non c’è dunque pace per i progetti Warner/DC: dopo la rinuncia di Ben Affleck a dirigere The Batman, sostituito poi da Matt Reeves, ecco dunque un altro triste stravolgimento nei piani delle produzioni.

Il nostro abbraccio virtuale va a Snyder e alla sua famiglia in questo momento di immenso dolore.

A cura di Alessandro Gerardi
Photo Credits: Comingsoon