Io sono Daenerys, “Nata dalla tempesta”, la prima del suo nome, regina degli Andali, dei Rhoynar e dei Primi Uomini, signora dei Sette Regni, protettrice del Regno, principessa di Roccia del Drago, khaleesi del Grande Mare d’Erba, “la Non-bruciata”, “Madre dei Draghi”, regina di Meereen, “Distruttrice di catene”.

Daenerys Targaryen è uno dei personaggi femminili più interessanti che ritroviamo in Game of Thrones. Pelle chiarissima, capelli color argento e oro, è l’unica erede dei Sette Regni, anche se nella prima stagione la incontriamo a fianco di suo fratello Viserys, che morirà però per aver oltraggiato l’onore della Khaleese: questo è infatti l’appellativo che viene attribuito a Daenerys quando viene data in sposa a Khal Drogo, potente signore della guerra, a capo della comunità nomade dei Dothraki, interpretato da Jason Momoa.

Sebbene l’unione – inizialmente imposta – pare restituire a entrambi una dignità coniugale e la notizia di un figlio in arrivo appaghi la coppia con la promessa di un erede, un infausto destino li attende. Ferito in battaglia, Drogo perde la vita, nonostante i tentativi da parte di Daenerys di salvarlo ricorrendo alla magia, che le costerà il sacrificio di suo figlio. Questo rappresenta sicuramente un punto di svolta per il personaggio.

I tentativi di approfittare di lei da parte di una popolazione assetata di sangue e potere devono scontrarsi con la sua vera natura: Daenerys è nata dalla tempesta, prima del suo nome, regina degli Andali, dei Rhoynar e dei Primi Uomini, signora dei Sette Regni, protettrice del Regno, principessa di roccia del Drago, khaleesi del grande Mare d’Erba, la non-bruciata, madre dei draghi, regina di Meereen, distruttrice di catene.

Il suo percorso si distingue da quello degli altri personaggi. A fianco dei suoi tre draghi, la sua avanzata verso Occidente subirà una battuta d’arresto in favore di un bene più grande: l’abolizione della schiavitù. Abbattere secoli e secoli di soprusi non si rivela semplice, al punto che Daenerys rischierà più e più volte la vita. Divenuta regina di Meereen, ha infatti a che fare coi cosiddetti Figli dell’Arpia, che intendono scacciarla dal trono per ripristinare lo status quo.

La particolarità della sua natura rende Daenerys un personaggio assestante rispetto ai fili principali della trama. Sebbene possa rivendicare la propria discendenza per sedersi sul Trono di Spade, sceglie di dedicarsi alla liberazione di migliaia e migliaia di uomini, che le saranno fedeli ad ogni costo.

Durante la sesta stagione, affiancata da Tyrion Lannister (condotto al suo cospetto da Varys, che ritiene conveniente per lui un accordo con la legittima erede), finalmente la vediamo salpare alla volta di Westeros, dove la attenderanno altri “contendenti”.

Emilia Clarke, londinese di nascita, è l’attrice che interpreta Daenerys, e le spetta il merito di aver dato grazia ed eleganza ad un personaggio altrettanto forte e deciso. L’attrice, che sul set è una gelida e quasi pietrificata sovrana, è in realtà una ragazza spensierata, molto lontana dalla carattistiche del ruolo che interpreta.

Non ci resta che attendere con ansia il prossimo 16 luglio per scoprire il destino della Madre Dei Draghi.

A cura di Giovanna Nappi
Photo Credits: Giphy.com – HBO