Attenzione il seguente articolo contiene spoiler delle prime 6 parti della terza stagione di Twin Peaks!

La terza stagione di Twin Peaks ha debuttato il 21 maggio con una première di 2 ore, ad oggi siamo a quota 6 parti (non episodi!) su 18. Il nuovo lavoro di Lynch-Frost ha convinto la critica specializzata, ma il pubblico si è diviso in più fazioni: da una parte ci sono coloro che stanno amando l’imprevedibilità della trama e la follia delle nuove puntate; dall’altra ci sono coloro che sentono la mancanza degli elementi caratterizzanti della serie di 27 anni fa e che quindi rifiutano totalmente questa stagione sequel; infine ci sono gli indecisi, ovvero coloro che amano alla follia Twin Peaks ma che non riescono a digerire un prodotto così lontano da (alcune) atmosfere della serie originale.
Per tutti coloro che hanno visto queste prime 6 puntate, ecco le scene che dovrebbero aver emozionato chiunque, anche i delusi e gli indecisi.

1. L’incontro con Laura Palmer, 26 anni dopo.

Laura Palmer è stato il punto di partenza per la serie originale. La domanda “Chi ha ucciso Laura Palmer?” è riecheggiata nella mente di milioni di spettatori per anni. Il personaggio della giovane 17enne assassinata è sicuramente uno dei più interessanti (e forse il più approfondito) dell’intera filmografia di David Lynch. Un attesa enorme si era creata per il suo ritorno dopo 26 anni, e gli spettatori non hanno dovuto attendere molto: il secondo episodio contiene una scena di svariati minuti in cui l’agente Cooper dialoga con Laura Palmer. Le battute che si scambiano sono enigmatiche ma di grande effetto.

2. Gli incontri al Bang Bang Bar

La storica Roadhouse della serie originale ha rinnovato un po’ i locali, ma rimane un luogo d’incontro per tutti i cittadini della città. Ogni episodio della nuova stagione si conclude con una performance canora nel locale, dove alcuni cittadini che ben conosciamo si sono ritrovati per bere una birra in totale relax. L’incontro con Shelley Johnson e James Hurley negli ultimi minuti della première è stato uno dei momenti più emozionanti per i fan intrepidi di scoprire il futuro dei loro amati personaggi.
Gli artisti che abbiamo visto esibirsi nel locale: Chromatics, The Cactus Blossom, Au Revoir Simone, Trouble (dove figura anche il figlio di David Lynch, Riley Lynch) ed infine Sharon Van Etten.

Ecco la canzone che si più sentire alla fine della première:

3. Bobby e le lacrime vecchie di 27 anni

Conosciamo tutti Bobby Briggs, l’affascinante fidanzato di Laura, che nella prima stagione si fa odiare per via del suo carattere scontroso e per il menefreghismo che dimostra nei confronti dell’omicidio della sua fidanzata. Il suo personaggio subisce poi un netto cambiamento durante la seconda stagione, diventando così, uno dei più amati della serie. Nella terza stagione lo ritroviamo invecchiato (ovviamente) e agente della polizia (chi se lo sarebbe aspettato dopo un passato di droghe e crimini vari?). Nel momento in cui si imbatte in una vecchia foto della sua ex fidanzata Laura Palmer, Bobby non resiste e scoppia in un pianto che tanto si era fatto attendere. Meglio tardi che mai.

4. La nuova (maledetta) generazione di Twin Peaks

Twin Peaks è una città tranquilla dove succedono ben poche cose.. O almeno così pare. Sotto la superficie di innocenza si cela un profondo abisso fatto di male e crudeltà. Laura Palmer conosceva bene questo lato oscuro di Twin Peaks. Il male che la tormentava ogni giorno, la portò sulla via della droga e dell’alcolismo. Dopo 27 anni le cose sono cambiate ben poco. Nella quinta puntata assistiamo al debutto di Amanda Seyfried nel ruolo di Becky, giovane ragazza vittima dell’astinenza da droghe, e del suo fidanzato Steven (un bravissimo Caleb Landry Jones). La scena che li vede assieme è una delle più belle della nuova stagione, sia per l’atmosfera che ricorda molto Fuoco Cammina Con Me sia per l’efficace utilizzo della macchina da presa.

5. Diane: ti abbiamo trovata

Per oltre 27 anni ci siamo chiesti chi fosse la Diane a cui l’agente Cooper si rivolgeva parlando al suo registratore. Per l’intera durata della serie Cooper non rivela nulla riguardo la sua misteriosa segretaria, tant’è che i fan sono arrivati chiedersi se questa Diane esistesse realmente o se fosse solo una figura inventata dall’agente Cooper. Ma ecco che nella parte numero 6 della terza stagione ci viene rivelata la verità. Quindi, ecco chi è Diane:

A cura di Andrea Bonino
Photo and Video Credits: Showtime, Youtube