Presentato ieri al Festival di Cannes il nuovo film di Sofia Coppola: L’inganno. Un cast d’eccezione quello che la Coppola dirige portando sullo schermo una perfetta commistione di generi: noir, thriller psicologico, film storico, dramma da camera e perfino black comedy.

Ispirato a “La notte brava del soldato Jonathan“, pellicola del 1971 a sua volta tratta da un romanzo di Thomas Cullinan, “L’inganno” ha in comune col film d’origine solo la sinossi: mentre infatti l’opera degli anni 70′ si concentrava sul punto di vista del personaggio maschile, interpretato da Clint Eastwood, nella versione odierna la vicenda si focalizza sul punto di vista femminile.

Ma veniamo alla trama. Siamo ai tempi della Guerra di Secessione nel sud degli Stati Uniti ed è il 1863. Una ragazzina, Amy (Oona Laurence), è in giro per i boschi e si imbatte in un soldato nordista ferito gravemente, il caporale John McBurney, intepretato dal “bad boy” Colin Farrell. Decide di condurlo da Miss Martha (Nicole Kidman), la direttrice del collegio femminile dove la ragazzina vive assieme ad altre fanciulle. L’uomo, pur appartenendo al fronte nemico, viene accolto e riceve le cure necessarie. La sua permanenza forzata nella struttura innesca nelle giovani ospiti gelosie e rivalità.
Consapevole di essere un oggetto del desiderio, l’ospite sfrutta la cosa a proprio vantaggio ma sottovaluta il potere della solidarietà femminile.

Il gruppo di donne rappresentate da Sofia Coppola subisce una metamorfosi in relazione all’eros che porta con sé il personaggio di Colin Farrell ed è proprio la pulsione sessuale di questo microcosmo a determinare una scissione e un inevitabile conflitto tra le parti interessate.
Il collegio, originariamente dominato da preghiera e disciplina, univa le protagoniste come fossero un’unica entità. Ogni personaggio femminile cambia in funzione al comportamento nei confronti dell’uomo: Nicole Kidman si rapporta al desiderio reprimendolo, mentre i personaggi di Kristen Dunst ed Ellen Fanning lo vestono l’una d’amore romantico e l’altra di carnalità e istinto.

Nicole Kidman supera se stessa: il suo personaggio è sì un mix di razionalità, senso del dovere e spirito da crocerossina, ma anche un concentrato divertente di cinismo e ironia.

Il film uscirà nelle nostre sale il 14 settembre distribuito da Universal Pictures. Vi lasciamo al trailer de L’inganno.

A cura di Roberta Panetta
Photo Credits: Getty Images – Best Movie – Universal Pictures Italy