Piera Detassis intervista Luca Argentero per Panorama D’Italia.

La prima tappa del tour Panorama D’Italia 2017, un evento che unisce cultura, arte, politica e valorizzazione del territorio, è Torino. Proprio nel capoluogo piemontese, la direttrice di Ciak, Piera Detassis, ha intervistato ieri sera l’attore Luca Argentero, in occasione dell’uscita del suo ultimo lavoro “Il Permesso – 48 ore Fuori“.

Luca Argentero si è raccontato con sincerità, parlando delle sue origini, della sua profonda passione per il cinema, dei suoi impegni futuri e delle prime audizioni, intrattenendo e divertendo il pubblico in sala.

Un inedito Luca Argentero, quello che potete ammirare sul grande schermo nell’ultima opera diretta da Claudio Amendola. “Il Permesso – 48 ore fuori” è un film drammatico che racconta la storia di quattro detenuti a cui viene concesso un permesso di due giorni. Storie di vendetta, redenzione e amore si intrecciano. I protagonisti de “Il Permesso” sono personaggi tridimensionali, raccontati dai primi attimi del film, senza preamboli.
Luca Argentero interpreta Donato, un ex pugile, un duro di periferia, pronto a tutto per ritrovare la moglie.
Durante l’intervista, l’attore ha raccontato le fasi di prepazione e workout: quattro mesi di intenso lavoro sia fisico (palestra e dieta) che mentale. Da alcuni paragonato a Brad Pitt in Fight Club, ma lui si sente più Tom Hanks in Cast Away.

Le origini torinesi

Una digressione sulle sue radici sabaude. Nell’intervista c’è spazio per raccontarci della sua famiglia e del suo amore dichiarato per Torino. Luca Argentero ha sempre cercato di mantenere una certa serietà: un’eredità, dice, del suo essere torinese. “Le mie radici mi hanno insegnato il rispetto del lavoro degli altri, la serietà. È anche grazie alla mia famiglia se nel mio dna ci sono la precisione, il rigore, il rispetto delle regole che porto sempre con me. Il “grazie/per favore” non sono sempre scontati e io ho cercato di esportare questi valori anche fuori dalla mia città”.
La sua spettatrice/critica più severa è la nonna Fernanda ed è anche per non deludere quest’ultima che il giovane attore si impegna costantemente: “Mia nonna Fernanda è una nonna rock, è sempre molto diretta e mi dice con sincerità se un film le è piaciuto o meno.”

Luca e il Cinema

Argentero, oltre ad essere un attore affermato, è un grande appassionato di cinema, colleziona dvd e cerca di non perdersi nessun film italiano. La sua non è stata una formazione accademica, ma una volta intrapresa la strada della recitazione, ha studiato per anni impegnandosi anche in più discipline (pianoforte, inglese, canto e ballo).
“All’inizio della mia carriera avevo un contratto con Cattleya. Loro cercavano di fare quello che normalmente fanno le major americane: costruiscono al loro interno un pacchetto artistico, il “sopra la linea”, e mi diedero per due anni di fila il mio budget per studiare.”

Luca Argentero parla a ruola libera e con sincerità e compostezza racconta che il suo rapporto con la stampa rosa, spesso inopportuna, non è dei migliori. “La privacy deve rimanere privacy, diversamente la mia credibilità verrebbe meno. Non credo che il mio ruolo imponga il diritto all’aggressione.” E noi, francamente, siamo totalmente d’accordo con lui.

Per concludere, vi segnaliamo che vedrete Argentero in “Sirene”, una commedia fantasy: “io sarò un umano che viene irretito dalle sirene: è molto divertente, andrà in onda in autunno su RaiUno. Le sirene, si sa, o sbarcano a Manhattan o sbarcano a Napoli!”

Non perdetevi il suo ultimo film, Il Permesso – 48 Ore Fuori, distribuito da Eagle Pictures.

A cura di Roberta Panetta
Photo Credits: Mondadori – Panorama D’Italia