Robert Kirkman, creatore della saga horror The Walking Dead, è stato protagonista di un Meet and Greet durante la terza giornata del Lucca Comics & Games. L’autore ha raccontato al pubblico e alla stampa i temi principali che compongono The Walking Dead, i segreti dietro le quinte e non ha risparmiato battute e momenti di ilarità.

Robert Kirkman ha introdotto il suo incontro parlando del tema della famiglia, fil rouge delle otto stagione televisive della serie che registra ancora oggi ascolti record. The Walking Dead è sì uno show horror, ma se da una parte ci sono gli zombie, dall’altra a farla da padrone è sempre la famiglia:

“Per me le relazioni famigliari sono qualcosa che vale la pena esplorare, forse proprio perché molti scrittori le evitano, inoltre gli scrittori scrivono di quello che conoscono. Io sono sposato e ho due figli e scrivo delle cose terribili che mi capitano quotidianamente con loro. Coinvolgere una famiglia in una storia le conferisce più forza. Se io ad esempio aspettassi alla fermata del bus, lo vedessi passare senza fermarsi e gli corressi dietro, sarebbe noioso, mentre se avessi un bambino con me si farebbe più coinvolgente. Nella vita, come nelle storie, la famiglia complica le cose in modo interessante”.

Kirkman non dimentica, però, un tempo fondamentale che popola le sue storie: la paura. Cosa fa paura a Robert? L’autore risponde: “Credo che abbiamo tutti paura del Male esterno a noi ma anche di quello al nostro interno con cui di tanto in tanto lottiamo. Questo non è il mio caso, ovviamente parlo per voi. Penso che la cosa più interessante sia il percorso che ci porta a realizzare quello che possiamo arrivare a fare e di cui sono capaci gli altri. Ognuno di noi ha un punto di rottura, una linea invalicabile che però alla fine attraversa se spinto a farlo dalla motivazione giusta, per esempio dalla necessità di salvare una persona cara”.

Dal pubblico arriva anche una domanda singolare: “Come mai nei fumetti Rick Grimes perde una mano e nella serie tv no?” Robert ci dice che Andrew Lincoln non ha voluto che gliela tagliassero (ride)…

Ed è proprio al Lucca Comics che il pubblico, con l’introduzione dell’autore, ha potuto assistere in anteprima assoluta alla proiezione del lungo documentario riassuntivo sulle prime sei stagioni dello show, The Walking Dead – The Journey So Far, utile per chi vuole avvicinarsi alla serie e anche per chi la segue da sempre. Un docu-film chiaro e toccante commentato dagli stessi attori; si parte dalla primissima puntata per poi giungere alla settimana stagione, quella con il terribile Negan (e la sua Lucille). Sia chiaro, vi scrive non ama il genere horror e nemmeno troppo gli zombi e gli spargimenti di sangue. C’è una cosa, però, che gioca un ruolo fondamentale in The Walking Dead ed è la dinamica tra le persone, i sentimenti e la continua lotta tra “bande”. Siamo davvero certi che i nemici siano i “non-morti”?

L’ottava stagione, ha confermato Kirkman, si sta ancora girando in Georgia e vi ricordiamo che The Walking Dead va in onda sempre su FOX ogni lunedì.

Photo Credits: AMC