RESPIRIAMO ANCORA UN PO’ D’ESTATE: ARRIVA AL CINEMA MAMMIA MIA 2 – CI RISIAMO! 

Il 6 settembre, grazie a Universal Pictures, si tornerà sulla piccola isola di Kalokairi, per cantare e ballare ancora una volta sulle note degli ABBA grazie a Mamma Mia 2 – Ci Risiamo!

Dieci anni dopo l’animato non-matrimonio tra Sophie (Amanda Seyfied) e Sky (Dominic Cooper), i due ragazzi sono in dolce attesa. Ma se all’epoca il problema della futura sposa era scoprire l’identità del proprio padre, questa volta i dubbi saranno altri. Sarà una buona madre? Riuscirà a gestire l’Hotel Bella Donna? Anche questa volta sarà il passato a venirle in aiuto attraverso i racconti delle mitiche “zie” Rosy (Julie Walters) e Tanya (Christine Baranski) e insieme ai tre padri adottivi Sam Carmichael (Pierce Brosnan), Bill Anderson (Stellan Skarsgård) e Harry Bright (Colin Firth). Ma non mancherà l’occasione per allargare le proprie conoscenze grazie a due nuovi personaggi interpretati da Andy Garcia e… Cher!

Di madre in figlia.

La trama di Mamma Mia 2 – Ci Risiamo! verte tutto su questo, il passaggio di testimone della forza e della tenacia di Donna, che dieci anni fa ci ha stregato grazie a Meryl Streep, a quella di Sophie, figura ben caratterizzata dalla dolcezza e fragilità datale da Amanda Seyfried. Ma che questo transito di responsabilità non sia stato voluto da Ol Parker (regista e sceneggiatore di questo capitolo) piuttosto dall’impossibilità di chiedere a un’attrice vincitrice di tre premi Oscar, ben consapevole, di replicare l’energia avuta nel 2008, è fin troppo chiaro anche solo con il susseguirsi dei primi minuti del film, senza cercare alcuna dichiarazione in rete. Non è sufficiente neanche sfruttare, tra un nuovo brano degli ABBA e l’altro, i grandi successi tornati in auge con il precedente film, da Mamma Mia a Dancing Queen e Waterloo. L’unica scelta narrativa forte, che aggrada ma non giustifica “di essere ancora” sul grande schermo è la presenza di una seconda linea temporale, questa volta non più solo narrata da diari e racconti, ma ben visibile grazie a sei nuovi ingressi nel cast… tra questi: Lily James.

Dopo esser passata da un ruolo in costume all’altro, la giovanissima interprete ruba la scena a qualsiasi grande nome presente nel film: ammalia cantando, strega ballando e colpisce recitando in modo ineccepibile ogni sua singola scena presente, passando da commedia a dramma senza mai sbagliare un battito di ciglia. Lei, degna erede di Meryl Streep, interpreta proprio il ruolo di Donna (trent’anni prima) e pur regalandoci, come già detto, magnifici momenti, ci fa solo rimpiangere ancor più l’assenza “nel presente” del suo personaggio con un montaggio alternato molto serrato, trasformando quello che forse voleva esser un effetto nostalgia in una fallimentare ricerca della “Sheridan originale” (per quanto possano emozionare i diversi collegamenti che questo capitolo ha con il precedente).

Anche l’ingresso di una presenza come quella di Cher non sembra giustificare questo ritorno cinematografico come, del resto, anche la partecipazione di Andy Garcia, che potrebbe esser quasi stato inserito solamente per regalarci un memorabile duetto con l’unica vera cantante del lungometraggio. La capostipite delle Sheridan, nonostante l’entrata memorabile, non aggiunge nulla alla storia iniziata dieci anni prima esattamente come le scene ambientate nel passato, che sembrano solo il desiderio di veder reali le parole di un diario, come se lette non lo fossero. (E, per dirla tutta, lo stesso ruolo di Cher non dovrebbe esistere secondo una delle frasi più celebri del primo film: “Lassù qualcuno deve avercela con me. E scommetto che è mia madre!”.)

Mamma Mia 2 – Ci Risiamo!, dunque, risulta il pallido tentativo di emulare quanto accaduto lo scorso decennio, non convincendo tra ricordi e sentimenti, andando a inserirsi in quei tentativi falliti di Hollywood di produrre sequel e remake per attirare il grande pubblico in sala.