Arriva nelle sale il 19 ottobre 2017 il nuovo film d’animazione di Holger Tappe Monster Family con le voci di Max Gazzè e Carmen Consoli, distribuito da Adler Entertainment.

Emma è convinta di telefonare a un negozio di costumi, non sa, però, che il numero è sbagliato e sta parlando con Dracula, rimasto folgorato dalla sua voce. Vuole così conquistarla e trasformarla in una vampira con l’aiuto della strega Baba Yaga. Emma viene colpita dalla magia insieme al marito e ai figli dopo una festa in maschera e cercherà con tutta la famiglia di cancellare la maledizione della strega e di scappare via da Dracula. Ci riuscirà?

 

Se avete voglia di passare un pomeriggio in famiglia Monster Family è il film d’animazione che fa al caso vostro. A questo tipo di animazione il regista tedesco, che torna nelle sale dopo 7 anni di pausa, ci aveva già abituati con i suoi precedenti lungometraggi “Animals United” e “Impy e il mistero dell’isola magica” ma questa volta convince di più. La forza di Tappe è la sua capacità nel caratterizzare i personaggi in maniera quasi banale ma sempre efficace, pensiamo al meteorismo di cui soffre il padre di famiglia o alla strega dall’alito pestilenziale, caratteristiche che in un altro contesto non farebbero nemmeno più ridere, ma che in “Monster Family” funzionano. E alle risate non mancano gli spunti di riflessione, pensiamo alla mamma che dice alla figlia, la quale ha assunto gli aspetti di una mummia, “quello che conta è ciò che sei dentro, non la tua apparenza”frase che può suonare scontata ma che, nell’epoca degli influencer e dei like alle foto instagram, non lo è per nulla.

Monster Family parla della forza della famiglia, altro elemento che un tempo era alla base di una bella società e ora sembra spesso essere un elemento distruttivo. Interessante anche dal punto di vista dell’evoluzione cinematografica; Monster Family è un film in tutto e per tutto postmoderno: Imothep viene confuso con Johnny Depp e Dracula si veste come Magneto, con tanto di casco. Insomma è un film che tratta temi comuni ma importanti, sfrutta ironia e riflessione, si serve del passato ma lo riadatta al presente. E se alla proiezione stampa ridevano anche i giornalisti, si può dire che Monster Family è un film d’animazione proprio riuscito. Non perdetevelo!

Photo Credits: Adler Entartainment