1 luglio 2017, il caldo si fa sentire ma a Taormina è un giorno da brividi: chi sono stati i vincitori del Nastro D’argento, il premio cinematografico assegnato dal 1946 dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani?

I candidati con più nomination quest’anno erano La Tenerezza di Gianni Amelio, Fortunata di Sergio Castellitto e Indivisibili di Edoardo De Angelis, 7 nomination cadauno, seguiti da Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni che vince il Nastro D’argento Speciale, consegnato al grandissimo Renato Carpentieri, la menzione speciale al giovane Andrea Carpenzano e la miglior sceneggiatura, sempre del mitico Bruni.

A fare il pieno, però, è Indivisibili di Edoardo De Angelis con ben 5 riconoscimenti; miglior produttore (Attilio De Razza e Pier Paolo Virga), miglior soggetto (Nicola Guaglianone), migliori costumi (Massimo Cantini Parrini), miglior colonna sonora (Enzo Avitabile) e miglior canzone originale, sempre scritta da Enzo Avitabile e interpretata insieme alle sorelle Fontana.

Anche Gianni Amelio non torna a casa a mani vuote, infatti, la sua Tenerezza vince come miglior film, migliore regia e migliore fotografia (Luca Bigazzi).

Per quanto riguarda gli attori, non ci sono sorprese e ci chiediamo se la bravissima Jasmine Trinca (miglior attrice protagonista in Fortunata) e l’esplosivo Alessandro Borghi (miglior attore non protagonista in Fortunata e ne Il più grande sogno) abbiano ancora posto per sistemare i meritatissimi premi che stanno collezionando negli ultimi mesi.

Ritira, invece, il premio come miglior attore protagonista lo straordinario Renato Carpentieri, tornato sul set con Amelio.

Ex Aequo per le attrici non protagoniste, Sabrina Ferilli premiata per la sua interpretazione in Omicidio all’italiana e Carla Signoris per Lasciati andare.

Un premio speciale è stato inoltre consegnato a Claudia Potenza e Andrea Sartoretti, protagonisti di Monte di Amir Naderi per l’impegno speciale in una prova di interpretazione che si è rivelata anche fisicamente durissima.

E ancora, all’irresistibile Monica Bellucci è andato il Nastro D’Argento Europeo per On The Milky Road di Emir Kusturica.

A vincere la cinquina speciale, quest’anno dedicata ai film che hanno raccontato i giovani è Piuma di Roan Johnson.

Il Nastro alla Carriera 2017 è, invece, andato a Roberto Faenza con La verità sta in cielo.

E ancora, i giornalisti danno due riconoscimenti “per l’attenzione al cinema civile” a Sole Cuore Amore di Daniele Vicari e a 7 minuti di Michele Placido, film che si concentrano sul tema del lavoro.

And last but not least, il Nastro dell’anno 2017 se l’è straordinariamente aggiudicato Paolo Sorrentino con The Young Pope, la serie internazionale, da poco citata tra le più importanti al mondo anche dal portale statunitense Variety.

Ecco la lista completa dei vincitori:

Miglior film: La tenerezza

Miglior regista: Gianni Amelio (La tenerezza)

Miglior regista esordiente: Andrea De Sica (I figli della notte)

Miglior commedia: L’ora legale

Miglior soggetto: Nicola Guaglianone (Indivisibili)

Migliore sceneggiatura: Francesco Bruni (Tutto quello che vuoi)

Miglior Produttore: Attilio De Razza e Pier Paolo Verga (L’ora legale,Indivisibili)

Miglior attore protagonista: Renato Carpentieri (La tenerezza)

Miglior attrice protagonistaJasmine Trinca (Fortunata)

Miglior attore non protagonistaAlessandro Borghi (Fortunata, Il più grande sogno)

Miglior attrice non protagonistaSabrina Ferilli (Omicidio all’italiana), Carla Signoris (Lasciati andare)

Miglior fotografia: Luca Bigazzi (La tenerezza, Sicilian Ghost Story)

Miglior scenografia: Marco Dentici (Fai bei sogni, Sicilian Ghost Story)

Miglior Montaggio: Francesca Calvelli (Fai bei sogni)

Miglior sonoro in presa diretta: Alessandro Rolla (Fortunata)

Miglior colonna sonora: Enzo Avitabile (Indivisibili)

Miglior canzone: “Abbi pietà di noi” (Indivisibili)

Nastro d’Argento EuropeoMonica Bellucci (On The Milky Road)

Nastro d’Argento alla carrieraRoberto Faenza

Nastro d’Argento SpecialeGiuliano Montaldo (Tutto quello che vuoi)

Premi speciali (per l’attenzione al cinema civile in particolare sul tema del lavoro): 7 minuti, Sole cuore amore

E per l’impegno in una dura prova d’interpretazione: Claudia Potenza,Andrea Sartoretti (Monte)

Premio Nino ManfrediPierfrancesco Favino e Kasia Smutniak (Moglie e marito)

Hamilton ‘Behind The Camera – Nastri d’Argento’Gabriele Muccino (L’estate addosso)

Persol – Personaggi dell’annoClaudio Amendola, Luca Argentero (Il permesso)

‘Wella – Nastri d’Argento’ per l’immagineJasmine Trinca (Fortunata)

Premi per il cinema giovane:

Nastro Speciale – Cinquina Speciale 2017 – Film sui giovaniPiuma (Rohan Johnson)

Nastro d’Argento – SIAE, ‘borse’ di formazione per due giovani sceneggiatoriIrene Dionisio (Le ultime cose), Michele Vannucci (Il più grande sogno)

Premio ‘Graziella Bonacchi’ 2017Simone Liberati (Cuori Puri)

I Premi ‘Guglielmo Biraghi’

Dedicati a Joshua AlgeriBrando Pacitto (L’estate addosso, Piuma), Daphne Scoccia (Fiore)

Angela e Marianna Fontana (Indivisibili), Ludovico Tersigni (SlamTutto per una ragazza)

Menzioni specialiAndrea Carpenzano (Tutto quello che vuoi), Vincenzo Crea(I figli della notte)

Premi ‘Guglielmo Biraghi’ – Nuovo Imaie 2017Valentina Bellè, Giacomo Ferrara (Il permesso)

Il Nastro dell’anno: The Young Pope (Paolo Sorrentino)

Photo Credits: La Repubblica