Uscirà nelle sale il 15 giugno Nerve il nuovo social-thriller della 01 Distribution, diretto da Henry Joost e Ariel Schulman, (famosi per i film Paranormal Activity 3, Paranormal Activity 4) che tornano ad occuparsi della rete e del pericolo della vita “virtuale” sempre più social e sempre meno vissuta .

Nerve, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Jeanne Ryan, pubblicato in Italia da Newton Compton, narra la storia di una giovane liceale modello, interpretata da Emma Roberts, che spinta dal desiderio di essere più popolare e visibile accetta di partecipare ad un nuovo e illegale social game chiamato Nerve.

Un gioco cui si accede ovviamente tramite un’app per smartphone che sfrutta le informazioni personali presenti su internet, al fine di individuare i sogni più folli e le paure più recondite di ogni giocatore e che li sfida a superare prove sempre più strambe e pericolose in un escalation di adrenalina e follia.

Figlia dei più famosi social Facebook, Twitter, Instagram e Snapchat, anche Nerve si divide tra spettatori e protagonisti. Chi partecipa vince premi e cospicue somme di denaro mentre chi osserva (pagando per ogni giorni di osservazione) decide a quali sfide sottoporre i giocatori.

In una New York frenetica e illuminata dalle luci al neon, Vee la protagonista della storia viene risucchiata dalla dipendenza data dalla competizione, dalla fama e dai follower, grazie anche alla comparsa del fascinoso compagno di giochi, il bel Dave Franco, che la inciterà ed accompagnerà nelle sfide più estreme e pericolose.

Nerve è un thriller contemporaneo che guarda ai social media di oggi e all’ossessione da parte dei più giovani verso questa vetrina virtuale che mostra tutto di sè senza che questo sia necessariamente reale o veritiero.

Giovani in cerca di visibilità, della condivisione, della popolarità ottenuta a colpi di like che diventano fonte inesauribile di informazioni da sfruttare per attirare ed imprigionare gli utenti che affidano la propria privacy e la propria vita alla tastiera o alla fotocamera dei propri smatphone. Gli stessi tablet e smartphone che si trasformano in maschere dietro cui nascondersi per sfogare frustrazioni e odio che nella vita reale difficilmente avremmo il coraggio di mostrare.

Decisamente attuale il tema del film dopo le polemiche suscitate da Blue Whale, gioco di origine russa, che spingerebbe gli adolescenti al suicidio dopo il conseguimento di prove sempre più pericolose.

Sinossi:

Vee Delmonico (Emma Roberts) è una studentessa modello dell’ultimo anno delle superiori, che è stanca di rimanere sempre in disparte. Quando i suoi amici la incoraggiano a partecipare a un popolare social game online chiamato Nerve, Vee decide di iscriversi, anche solo per provare quello che in apparenza le sembra un gioco innocuo e divertente. E così, Vee viene risucchiata nel vortice adrenalinico della competizione, della fama e dei follower, assieme a un misterioso ragazzo (Dave Franco), ma a un certo punto il gioco diventa sempre più inquietante, con sfide via via più rischiose, in un crescendo ansiogeno che porterà alla prova finale dove la posta in gioco sarà altissima.

A cura di: Valentina Fiorino
Photo e video credits: 01 Distribution , Youtube