Il nono film del regista Quentin Tarantino ha una data d’uscita americana

In queste ultime settimane si è parlato moltissimo del prossimo progetto cinematografico di Quentin Tarantino. Il regista di Pulp Fiction, suo malgrado coinvolto moralmente nello scandalo delle molestie sessuali di Harvey Weinstein poichè amico del produttore da 25 anni, aveva dichiarato di avere un’idea e di essersi messo al lavoro. Chiaramente mancava una produzione, avendo egli stesso interrotto ogni collaborazione presente o futura con The Weinstein Company.

Sappiamo, però, che la Sony/Columbia Pictures ha acquistato i diritti per le fasi di produzione e global distribution della pellicola e che il budget si aggira intorno ai 100 milioni di dollari. Poco si sa invece sulla trama.

Tarantino sembrerebbe intenzionato a portare sul grande schermo la storia di Sharon Tate, barbaramente uccisa dal folle omicida Charles Manson e dai suoi seguaci il 9 agosto 1969.

Se di nono film si parla, il nove ricorre quasi in maniera maniacale: la data d’uscita fissata dal regista coincide proprio con il 50° anniversario della morte di Sharon, allora sposata con Roman Polanski, ovvero il 9 agosto del 2019.

Si inizierà a girare nel 2018 in California e, secondo le volontà di Quentin Tarantino, nel cast dovrebbero esserci Margot Robbie, Samuel L. Jackson e ancora Brad Pitt, Tom Cruise e Leonardo DiCaprio.

Cosa avrà davvero in mente l’amatissimo regista?

Fonte: Variety