Olivia Colman SBARAGLIA la concorrenza e vince l’Oscar come miglior attrice per La Favorita

Non era “la favorita“. Avrebbe dovuto battere Glenn Close, giunta alla sua settima nomination senza ancora una vittoria in mano. Eppure Olivia Colman ce l’ha fatta. Ha trionfato nella categoria miglior attrice protagonista grazie alla performance della vita, il ruolo della grande svolta.

Nei panni della Regina Anna in La Favorita di Yorgos Lanthimos, Olivia Colman aveva già vinto la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile alla Mostra internazionale d’Arte cinematografica di Venezia, dove Lanthimos ha anche conquistato il Gran Premio della Giuria.

LEGGI ANCHE: VENEZIA 75 – ECCO TUTTI I VINCITORI

Un film coraggioso, un capolavoro d’autore. Una pellicola che si immerge in un vortice di intrighi e manipolazioni e che spicca per le performance attoriali: Rachel Weisz, Emma Stone e Olivia Colman sembrano ballare un valzer tutt’altro che sofisticato. Protagoniste di un legame inedito che stravolge i canoni tradizionali, hanno dato vita ad un film storico esclusivo. Un film in costume rivisitato, moderno per audacia e affascinante per il suo essere paradossale.

Il cast e il regista di La Favorita hanno dato prova di grande complicità. Olivia Colman aveva già ringraziato le sue “bitches” ai Golden Globes, ma durante l’acceptance speech degli Oscar che ha sottolineato quanto lavorare con Lanthimos, Stone e Weisz sia stato piacevole. Una vera e propria famiglia? Giudicate voi dalle parole dell’attrice e dalle lacrime di Emma Stone e Yorgos Lanthimos:

L’attrice, che vedremo nei panni di un’altra illustre regina in The Crown, ha ricordato i tempi in cui faceva la donna delle pulizie. “Amavo quel lavoro, ma sognavo questo momento”, e infine ha ringraziato il marito “Ed, che amo tantissimo” e “che mi ama da 25 anni. Si sta per mettere a piangere”. Alla fine del suo discorso, il pubblico le ha regalato una standing ovation.