Ralph Spacca Internet: a Milano il produttore premio Oscar® Clark Spencer ha presentato alla stampa italiana alcuni contenuti e scene inedite del film.

Il premio Oscar Clark Spencer, produttore oltre che di Ralph Spaccatutto, anche del pluripremiato Zootropolis, ci ha presentato mercoledì questo nuovo capitolo della saga, Ralph Spacca Internet: Ralph Spaccatutto 2, che si prospetta come nuovo e avvincente.

Ralph si dovrà avventurare nel mondo di internet per cercare il pezzo di ricambio necessario per salvare “Sugar Rush”, il videogioco di Vanellope. Qui i due protagonisti dovranno contare sull’aiuto degli abitanti del Web per uscire da una situazione fuori dalla loro portata.

Dal 2012 e dai tempi del precedente episodio, la retromania e la rivisitazione dei villain sono diventati la prassi nel mondo dell’intrattenimento, quindi, questa volta, si è deciso di analizzare il contemporaneo. Il mondo di internet, da tutti utilizzato da pochi realmente conosciuto, è una realtà parallela, ed è stato analizzato da una prospettiva nuova. Ovvero dal suo interno.

Se in Ralph Spaccatutto erano state esplorate le dinamiche nascoste all’interno del mondo dei videogiochi, gli animatori del secondo episodio hanno voluto creare e costruire – perché questa è la potenza dell’animazione – quello che succede dietro lo schermo e nei collegamenti del World Wide Web.

Internet è stato concepito proprio come una città fatta di distretti (i siti internet) dove si muovono due tipi di esseri: i netusers, una sorta di avatar di tutte le persone che utilizzano internet dai loro dispositivi, e i netizens, che sono la personificazione di tutto quello con cui abbiamo a che fare nei vari siti. Per esempio: Ebay è stato immaginato come un enorme centro commerciale.

Gli animatori Disney hanno poi preso soprattutto spunto dal mondo dei video virali, che saranno sicuramente fondamentali nell’economia di Ralph Spacca Internet. Oltre ai personaggi del film precedente se ne introdurranno di nuovi: Yesss, un algoritmo che cambia taglio di capelli e vestiti in base alla moda del preciso momento, e che sarà fondamentale per aiutare Ralph a uscire da una situazione alquanto intricata. Ci sarà poi una sequenza esilarante ambientata nel fansite di Disney, Oh My Disney, dove Vanellope si confiderà con le principesse del mondo Disney (e di cui vi avevamo parlato qui). Per non parlare di Search Bar, la personificazione della barra di ricerca Google, un personaggio spassoso che si diverte a completare tutte le frasi (il famoso autocomplete). 

Come in un film d’animazione che si rispetti, ci saranno delle tematiche anche più cupe che serviranno non solo ad iniziare un dialogo bambini – genitori, ma anche a far riflettere gli spettatori più cresciuti: verrà infatti affrontato – come l’ha definito Clark – il dark side of the internet, ovvero l’offesa gratuita, gli insulti, il bullismo, che nascono nel mondo dei social network.

Insomma, quello che ci è stato presentato è un progetto con tantissime potenzialità che non vediamo l’ora di vedere in sala dal 22 novembre. 

Vi lasciamo al nuovo, divertentissimo trailer in italiano: