ROGUE ONE: A STAR WARS STORY
Il droide K-2SO

unnamed-1

La nuova avventura firmata Lucasfilm Rogue One: A Star Wars Story è arrivata nelle sale italiane il 15 dicembre e ha subito conquistato il pubblico italiano. Il primo capitolo di una nuova serie cinematografica ambientata nell’amato universo di Star Wars è balzato subito al comando del box office registrando un incasso di oltre 3 milioni di Euro nel nostro Paese nel primo week-end di programmazione.

Rogue One: A Star Wars Story vede la presenza di un nuovo droide unico del suo genere: si tratta di K-2SO, una guardia della sicurezza Imperiale che è stata riprogrammata e ora lavora per l’Alleanza Ribelle. Alto circa un metro e ottantacinque, K-2SO è interpretato – tramite motion capture – dall’attore Alan Tudyk, che spiega come il suo personaggio si collochi nella storia: “K-2 è stato costruito dall’Impero, ma Cassian lo ha riprogrammato. La sua memoria non è stata cancellata in modo del tutto efficace, quindi ora è diventato infantile e dice cose socialmente inappropriate oppure offensive, senza rendersene conto. È come un bambino che dà libero sfogo ai suoi pensieri”.

 

K-2 appartiene a Cassian e nonostante Jyn impieghi un po’ a fidarsi di un droide che un tempo apparteneva all’Impero, alla fine diventa un membro prezioso della loro piccola squadra ribelle.

Diretto da Gareth Edwards e prodotto da Kathleen Kennedy, Rogue One: A Star Wars Story racconta la storia di un improbabile gruppo di eroi che, in un periodo di conflitto, intraprende una missione per sottrarre i piani della più potente arma di distruzione di massa mai ideata dall’Impero, la Morte Nera. Questo evento, fondamentale per la storia di Star Wars, spingerà delle persone ordinarie a unirsi per realizzare imprese straordinarie diventando parte di qualcosa di più grande.

Girato tra l’Inghilterra, l’Islanda, la Giordania e le Maldive, Rogue One: A Star Wars Story presenta un cast internazionale con attori provenienti da ogni parte del mondo, come Inghilterra, Australia, Cina, Messico, Danimarca e Stati Uniti: la candidata all’Oscar® Felicity Jones (La Teoria del Tutto), Diego Luna (il film premio Oscar® Milk, Cogan – Killing Them Softly, Ben Mendelsohn (Mississippi Grind, la serie Tv Bloodline), la star di Hong Kong di film d’azione e arti marziali Donnie Yen (Ip Man e Blade II), Jiang Wen (Let the Bullets Fly, Devils on the Doorstep), il premio Oscar® Forest Whitaker (The Butler – Un Maggiordomo alla Casa Bianca, L’Ultimo Re di Scozia), Mads Mikkelsen (Il Sospetto, Casino Royale), Alan Tudyk (L’Ultima Parola – La Vera Storia di Dalton Trumbo, la serie Tv Con Man), la cui performance in Rogue One: A Star Wars Story si avvale della tecnica di performance-capture, e Riz Ahmed (Lo Sciacallo – Nightcrawler, Four Lions).

Photo e Video Credits: Lucasfilm