La proprietaria del Grinder Coffee di Toronto lancia una campagna social per convincere Ryan Gosling a visitare il suo locale durante il TIFF

Aveva intitolato la campagna #RyanNeedsGrinder e ogni giorno postava nei profili Instagram e Twitter della sua caffetteria – la Grinder Coffee di Toronto – foto che potessero convincere l’attore a fare una visita al locale durante la sua permanenza al Toronto International Film Festival, per la presentazione di First Man.

Le foto ritraevano un cartonato di Ryan a grandezza naturale che veniva spostato a piacimento in base al tema del post: c’era Ryan seduto al bancone, Ryan che si beveva un caffé con i clienti del bar, Ryan vicino all’ingresso che invitava le persone a entrare, Ryan che si riposava a letto tra un turno e l’altro…

E poi il post decisivo: “Ryan, sappiamo quanto può essere stressante la presentazione di un nuovo film… Che ne dici iniziare la giornata con una tazza di caffé da Grinder?”. Detto fatto: il giorno successivo l’attore canadese in carne e ossa decide di fare visita al locale e incoronare, così, il sogno della proprietaria. E bravo Ryan!