Venom, diretto da Ruben Fleischer, vi aspetta al cinema dal 4 ottobre. Tom Hardy è il protagonista dello spin-off di Spider-Man

Volto di numerosi villain, personaggi crudeli e insensibili, sotto la dura corazza esiste un uomo dal cuore tenero, stiamo parlando proprio di Tom Hardy.

Classe 1977, l’attore britannico inizia la fase più importante della sua carriera con una collaborazione che sarà destinata a durare nel tempo: quella con Christopher Nolan. In “Inception” , interpreta Eames, un falsario in grado di cambiare aspetto nei sogni. Un ruolo secondario per Tom, che dovrà aspettare l’altra collaborazione con Nolan per raggiungere la popolarità internazionale.

Molto interessanti, ma con un successo di secondo piano, alcuni film dell’attore londinese come “Locke” o “Warrior” di Gavin O’Connor dove interpreta Tommy Riordan, un lottatore che dopo aver disertato dai marines, tenta di vincere un torneo di arti marziali chiamato “Sparta”, il cui ammontare sarebbe destinato alla famiglia di un suo ex commilitone morto in guerra. Ma arrivato alla sfida finale dovrà affrontare sul ring il fratello con il quale non parla da più di quattordici anni.

Cattivi, truffatori, questi sono i ruoli più ambiti da Hardy, che riesce a dare una sfumatura particolare ad ogni suo personaggio rendendolo unico, in questo senso come possiamo dimenticarci del villain più spietato della saga de “Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno, si parliamo proprio di Bane, il mercenario che cerca vendetta contro Batman dopo l’uccisione di Ra’s al Ghul. Per questo ruolo Tom ha dovuto prendere ben 14 kg, in modo da presentare un personaggio che spaventasse soprattutto per la sua fisicità, uno dei ruoli più riusciti dell’attore, che ha dovuto anche lavorare sulla voce, elemento senz’altro fondamentale per la resa terrificante del cattivo.  

Una delle sue interpretazioni più abili proviene dal film Legend dove ha dovuto dare il volto a due personaggi: Ronald e Reginald Kray, due malavitori londinesi. Tom Hardy ha dato il volto a due personaggi completamente agli antipodi: Ronald è paranoico, omosessuale e violento mentre Reginald è affascinante e innamorato. Un doppio ruolo che lo ha reso senza dubbio tra gli attori più talentuosi della sua generazione.

Negli ultimi anni, l’attore britannico ha partecipato a produzioni arrivate agli Oscar come dimostrano il film del 2015 Revenant – Redivivodove interpreta lo spietato antagonista di Leonardo DiCaprio, e nel 2017 Dunkirk che rinnova la collaborazione con Nolan. Un film molto caro a Tom poiché, come dichiara in un’intervista, la mia generazione ha ascoltato i racconti di guerra dai nonni, per me Dunkirk è stato importante questo ruolo per dare un messaggio di memoria collettiva”. Indimenticabile ancora la sua partecipazione a Mad Max: Fury Road, un film del 2015 diretto, co-sceneggiato e co-prodotto da George Miller, ambientato in un futuro distopicopost apocalittico in cui benzina ed acqua sono risorse ormai rare ed esaurite. 

A vederlo, Tom Hardy, corrisponde perfettamente ai canoni del personaggio duro e impenetrabile: barba folta, muscoli accentuati, numerosi tatuaggi e una voce profonda, ma il suo talento arriva oltre l’aspetto fisico, come dimostra la commedia Una spia non basta che lo vede protagonista accanto a Chris Pine. I due sono agenti segreti che, innamoratisi della stessa donna (Reese Whiterspoon), iniziano a sabotare gli appuntamenti l’uno dell’altro creando così situazioni imbarazzanti e divertenti.

Ora Tom Hardy è attesissimo nel prossimo film targato Universal Pictures ma che riprende un personaggio dell’universo dark di Spiderman, niente di meno che Venomdove interpreta Eddie Brocke, il fotografo che viene contaminato da un organismo alieno simbiontico, uno dei villain più amati di tutti i tempi. Siamo dunque curiosi di vedere la sua performance che difficilmente ci deluderà visto il talento di Tom Hardy nel diventare un perfetto cattivo. Non ci resta che aspettare il prossimo 4 ottobre, data di uscita nelle sale italiane.