Photo Credits: Locarno Film Festival

Il Torino Film Festival presente in anteprima Blaze di Ethan Hawke e All these small moments. Il racconto del terzo giorno sotto La Mole

Il 36° Torino Film Festival ha aperto le porte al suo pubblico con un crime thriller drammatico, The Front Runner con Hugh Jackman, e prosegue nel suo primo weekend con due film statunitensi. Il primo, mostrato alla stampa questa mattina, è Blaze di Ethan Hawke, al suo terzo film da regista. Hawke, mescolando tre piani temporali, affida il racconto alla musica, ai momenti e agli stati d’animo dei protagonisti, raccontando vita e opere del cantautore “Blaze” Foley, esponente della musica “outlaw country texana”. Blaze è un biopic musical ben sceneggiato, insolito e intenso, che porta alla scoperta di un grande talento poco conosciuto e la cui morte, ancora ad oggi rimasta un mistero, è arrivata a soli 39 anni. Blaze arriva direttamente dal Festival di Locarno ed è stato inserito nel programma del Torino Film Festival nella sezione Festa Mobile

Il secondo film più atteso della giornata, in concorso nella selezione ufficiale Torino 36, è un coming of age ambientato a Brooklyn dal titolo All these small moments.

Tutti questi piccoli momenti sono quelli che compongono la vita di un teenager, Howie Sheffield (Brendan Meyer), alle prese con i primi batticuori, i problemi derivanti dall’imminente divorzio dei genitori, la scuola e gli ormoni in subbuglio.

All these small moments è un piacevole racconto di formazione che descrive con delicatezza e ironia i pensieri di un adolescente, di una famiglia che cambia e come si possono affrontare i primi turbamenti dell’adolescenza. Presentato in anteprima al Tribeca Film Festival, il film è diretto da Melissa B. Miller e ricorda un po’ il bellissimo Lady Bird di Greta Gerwig. Una pellicola piacevole per 84 minuti di sorrisi e riflessioni.