Il Toronto Film Festival volge al termine ed è giunta l’ora di una breve panoramica sui film più attesi e quelli già visti da pubblico e critica americana

La Mostra del Cinema di Venezia si è conclusa ormai da quasi una settimana ma il cinema non va affatto in vacanza.
Ci ha pensato, come ogni anno, il Toronto Film Festival a raccogliere e presentare la maggior parte dei film che concorreranno per i prossimi Oscar e quelli che usciranno tra le fine di quest’anno e l’inizio del prossimo anno. Alcuni film sono già stati presentati al Festival di Venezia, come First Man – Il primo uomo o A star is born, altri avranno la premiere mondiale proprio a Toronto, come Beautiful Boy (il film con Timothée Chalamet e Steve Carrell) e The death and life of John F. Donovan di Xavier Dolan.

Tra i film di Venezia approdati al festival canadese, se First Man ha suscitato qualche dubbio e qualche controversia (banali polemiche basate sul fatto che non si vede apporre la bandiera americana sul suolo lunare), A star is born è stato accolto con calore, raddoppiando i consensi già pienamente meritati a Venezia, soprattutto circa la performance di Lady Gaga.

A beautiful boy ha goduto di una gran accoglienza: il film, di Felix von Groeningen (regista di Alabama Monroe), racconta la storia vera del giornalista David Sheff e del suo figlio maggiore Nic, dipendente da metanfetamine, protagonisti di una battaglia piena di ricadute e speranze.

Durante questo TIFF è stato presentato uno dei film più attesi dell’anno: The death and life od John F. Donovan, il primo film in lingua inglese di Xavier Dolan. Non circolano numerose recensioni, ma pare comunque che il film sia stato accolto abbastanza negativamente dalla critica, soprattutto da quella americana.

Uno dei titoli di cui il TIFF va più orgoglioso e che, fino ad ora, è stato uno dei più acclamati, è The Front Runner di Jason Reitman con protagonista Hugh Jackman nei panni del senatore Gary Hart, il favorito per essere l’avversario di George H. W. Bush., che nel 1988 fu costretto ad abbandonare la corsa alle elezioni presidenziali, a causa di una relazione illecita con Donna Rice.

Un altro dei titoli più attesi del TIFF è Widows di Steve McQueen, il regista del cruento 12 Anni schiavo. Widows racconta la storia di quattro donne (una di queste è interpretata da Viola Davis) che hanno il comune il fatto di aver ereditato un debito dalle attività criminali dei mariti ormai defunti. Il film si basa, quindi, sulla storia di queste quattro donne che decidono di prendere in mano il proprio destino.

Tra gli altri titoli, il Toronto Film Festival (iniziato il 6 di settembre, con termine previsto per il 16) ha visto e vedrà la presenza di titoli come The old Man & the Gun, film in cui si vedrà l’ultima interpretazione di Robert Redford prima del ritiro dalle scene, Kursk con Matthias Schoenaerts, Léa Seydoux e Colin Firth, Life Itself con Oscar Isaac e Olivia Wilde e Teen Spirit con Elle Fanning.