Neil Patrick Harris, Kristen Bell e tanti altri volti noti del mondo dello spettacolo offrono proiezioni della pellicola diretta da Greg Berlanti ai fan che hanno voglia di essere felici

Arriva al cinema questa estate Tuo, Simon, commedia diretta da Greg Berlanti sul processo di maturazione di un ragazzo che attraverso una serie di avventure rocambolesche si innamorerà e riuscirà a trovare se stesso, a rivelare alle persone che più ama la sua vera identità.

In occasione di questa attesa uscita cinematografica note celebrità del mondo dello spettacolo – tra cui Neil Patrick Harris, Kristen Bell, Matt Bomer, Tyler Oakley – hanno deciso di farsi promotori e organizzatori di un’esclusiva mobilitazione, pagando le sale e invitando i loro follower ad assistere gratuitamente alle proiezioni di questa pellicola dai profondi valori e dalla potente forza comunicativa; un film manifesto per coloro che hanno semplicemente voglia di essere felici.

Attraverso i suoi canali social Neil Patrick Harris ha rivelato: “Mio marito e io abbiamo amato Tuo, Simon così tanto che volevamo restituire al pubblico il piacere della visione. Abbiamo comprato uno spettacolo intero in un cinema di Albuquerque, sarà gratis e sarà un’occasione unica per vedere questo splendido film. Come noi anche altri lo stanno facendo”.

Il regista Xavier Dolan ha parlato di “una storia senza fronzoli inutili, senza ovvietà, luoghi comuni e finti moralismi” ed è convinto che se avesse visto questo film all’età di quindi anni, “molte cose sarebbero andate diversamente”.

Kristen Bell, attraverso il suo profilo Instagram ha invitato i suoi follower ad assistere alla proiezione gratuita organizzata a Minneapolis a sue spese e ha dichiarato: “Tante storie importanti non vengono raccontate. Ma per fortuna, a volte, questo accade”.

Tuo, Simon è tratto dal libro di Becky Albertalli “Simon vs. the Homo Sapiens Agenda” (“Non so chi sei ma io sono qui”) e racconta di un diciassettenne (Nick Robinson) e del suo amore segreto per Blu, un ragazzo conosciuto online e che sente tramite email finché, proprio una di queste, capita nelle mani sbagliate di Martin, il bullo della scuola. Per la prima volta Simon si ritrova a dover affrontare il mondo esterno considerando anche la sua omosessualità, fino ad oggi tenuta nascosta e ben protetta.

“Non è palesemente un film gay, parla di un giovane che attraversa un momento particolare, che cerca di trovare il suo posto nel mondo. Tutto questo è complicato dal fatto che sta cercando di comprendere la propria sessualità – ha svelato il protagonista -. Ma è anche molto divertente perché Simon riesce a trasformare le situazioni più deprimenti in momenti comici”.

La pellicola sarà al cinema da quest’estate con 20th Century Fox.