Alla Mostra del Cinema di Venezia oggi è il giorno di uno dei film più attesi. Si tratta del nuovo lavoro di Darren Aronofsky Mother!, un drama horror apocalittico interpretato da Jennifer Lawrence e Javier Bardem. Nel cast anche Michelle Pfeiffer e Ed Harris.

Prima di parlare di questa controversa pellicola che tanto farà discutere, ci occupiamo di un altro film presentato Fuori Concorso: My Generation con Michael Caine.

L’icona cinematografica inglese Sir Michael Caine narra ed è protagonista di My Generation, la vibrante storia della sua personale crescita attraverso la Londra degli anni ’60. Basata su racconti personali e straordinari materiali d’archivio, questo film documentario vede Caine viaggiare indietro nel tempo per parlare con i Beatles, Twiggy, David Bailey, Mary Quant, i Rolling Stones, David Hockney e molte altre celebrità.

Il film è stato scrupolosamente montato nel corso dei sei anni passati da Caine insieme al produttore Simon Fuller, agli sceneggiatori Dick Clement e Ian La Frenais e al regista David Batty per raccontare la storia della nascita della cultura pop a Londra, attraverso gli occhi di un giovane Michael Caine: “Per la prima volta nella storia la giovane classe operaia si è battuta per se stessa e ha detto, siamo qui, questa è la nostra società e non ce ne andremo!” Michael Caine divenne una star a livello mondiale dopo ruoli in film come ‘Alfie’ (1966), ‘Un colpo all’italiana’ (1969) e ‘I lunghi giorni delle aquile’ (1969). Ma ‘My Generation’ rivela come fu fortunato ad assicurarsi il suo primo debutto in ‘Zulu’ (1964) e come molte altre figure fondamentali degli anni ’60 dovettero lottare per farsi notare.

My Generation’ usa attentamente gli audio delle conversazioni di Caine con i suoi coprotagonisti intervallati da materiali d’archivio mai visti per portare il pubblico indietro nel tempo, nel cuore degli anni ’60. In una delle sequenze principali accompagniamo Caine mentre egli attraversa la Piccadilly Circus di oggi sovrapposta a quella degli anni ’60 per creare uno straordinario effetto da viaggio nel tempo.

My Generation’ ha come produttore esecutivo James Clayton, è prodotto da Simon Fuller, Michael Caine, Dick Clement, Ian La Frenais e Fodhla Cronin O’Reilly ed è diretto da David Batty.

Rimanete con noi per tutte le news dal red carpet di Venezia.

Photo Credits: IWonder Pictures