Ogni anno la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica si apre a novità da proporre al proprio pubblico e agli accreditati. In questa edizione ha davvero superato se stessa: ha ristrutturato un’intera isola per ospitare una nuova competizione dedicata alla Virtual Reality, un altro modo di vivere il cinema.

Al VR Theater, nell’isola del Lazzareto Vecchio, si sta tenendo il concorso denominato Venice Virtual Reality, prima competizione assoluta di film in Realtà Virtuale (VR).
Noi di My Red Carpet non potevamo di certo perderci questa occasione, e siamo andati a scoprire la bellezza delle installazioni presenti. Ne siamo usciti meravigliati…

Il padiglione che ospita la competizione VR si divide in tre sezioni che corrispondono alle diverse modalità di visione: seduti con il visore, in piedi con modalità interattiva e installazioni tridimensionali.
Abbiamo voluto sperimentare la modalità interattiva, quindi abbiamo partecipato a Alice, the Virtual Reality Play, un’esperienza onirica nel mondo di Alice nel Paese delle Meraviglie.

Appena indossato il visore, si viene catapultati in una stanza con tende rosse e pavimento rigato bianco e nero… No, non è la loggia nera di Twin Peaks 😀
Dopo un primo momento di confusione, cominciano a comparire personaggi della famosa fiaba, con i quali lo spettatore deve interagire. Bianconiglio e Brucaliffo sono le guide in un viaggio magico, in cui si rivivono alcune delle esperienze più famose di Alice.

Il valore aggiunto di questa nuova esperienza cinematografica sta proprio nell’interazione con il pubblico. Lo spettatore non è più seduto su una poltroncina che assiste passivamente a ciò che gli viene proposto, ma è un attore capace di modificare la storia in base ai suoi comportamenti.