Continua a portarci into the magic questa edizione del Giffoni Film Festival, regalandoci grandi anteprime e grandi ospiti. Claudio Amendola è stato uno dei primi ad incontrare i ragazzi nella sala De Sica. Dopo la visione de ”Il permesso – 48 ore fuori ”, da lui diretto e interpretato, ha risposto alle domande, andando a toccare argomenti importanti, fra i quali, ovviamente, la situazione nelle carceri.
”Non c’è peggior cosa per una persona che essere privata della sua libertà.” ha difatti dichiarato dopo aver raccontato brevemente come una notte in carcere a diciannove anni gli ha aperto gli occhi su una realtà così vicina a noi eppure così poco considerata. Amendola ha confermato ancora una volta di essere un grande artista oltre che una persona molto disponibile e aperta, pronta a condividere i propri pensieri e a supportare le passioni dei giovani. L’incontro è stato mediato dal critico cinematografico Francesco Alò.

È stata protagonista dell’incontro con la giuria giovani la popolare Laura Esquivel, in sala Alberto Sordi.
Dopo la visione del primo episodio di Love Divina, la nuova serie scritta, fra gli altri, da Mario Scharjiris, Laura ha risposto alle curiosità dei tantissimi giovani ragazzi presenti. Laura ha anche ricordato della sua reazione quando le è stato annunciato che avrebbe dovuto interpretare Divina: ”Io sono sempre stata una Popolare, come posso essere una Divina?”
Da questo nuovo personaggio, di cui attendiamo la seconda parte della prima stagione a settembre, ha imparato ad essere più forte e coraggiosa.

L’ospite più attesa di questa giornata al Giffoni è sicuramente la talentuosa Amy Adams, attrice che vanta fra i riconoscimenti due Golden Globes e ben cinque nomination all’Oscar.
Gli argomenti non sono certo mancati e l’attrice ha risposto alle domande con precisione e gentilezza, toccando anche argomenti che spaziano dal suo ruolo di star, come il sessismo sul posto di lavoro e non, invitandoci ad abbatterlo attraverso la comunicazione e il rispetto reciproco. Il messaggio di fratellanza e cooperazione, inoltre, è ciò che l’ha spinta ad accettare di prendere parte alla realizzazione di Arrival, film del 2016 diretto da Denis Villeneuve, in cui interpretava la linguista Louise Banks.
L’incontro si è concluso con la consegna ad Amy Adams del Giffoni Experience Awards.

La giornata si conclude con l’anteprima del film Prima di domani (Before I fall), diretto da Ry-Russo Young che vede come protagonista Zoe Deutch nel ruolo di Samantha Kingston. Tratto dal libro E finalmente ti dirò addio di Lauren Oliver, è un film drammatico che mostra Sam, una ragazza che si ritrova improvvisamente a dover rivivere lo stesso giorno ogni giorno. Intrappolata in un continuum spazio temporale, Sam dovrà riuscire a indagare la situazione per riuscire a interrompere il loop in cui si è misteriosamente ritrovata.