Dal 5 settembre arriva nelle nostre sale IT CAPITOLO DUE, l’atteso sequel firmato da Andy Muschietti e tratto dal celebre romanzo di Stephen King

Da oggi esce nelle nostre sale IT CAPITOLO DUE, l’atteso sequel del film campione di incassi due anni fa.

Questo sequel, ancora diretto da Andy Muschietti, affronta l’adattamento della seconda parte dell’omonimo libro di Stephen King, ovvero il ritorno del club dei perdenti a Derry.

Diventati ormai adulti, il gruppo si ritrova nella cittadina del Maine 27 anni dopo aver apparentemente sconfitto Pennywise. Egli, infatti, non era stato del tutto debellato e il suo ritorno significa nuove ed innocenti vittime all’orizzonte.

Sebbene i membri del club dei perdenti abbiano percorso strade diverse, essi si riuniranno per sconfiggere una volta per tutte il clown ballerino e mettere fine ai brutali omicidi. E tutto questo avverrà non senza pericolose peripezie e turbolente rievocazioni del passato.

Diretto da Andy Muschietti, questo film vede un cast ricchissimo, composto da James McAvoy, Jessica Chastain, Bill Harder, Isaiah Mustafa, Jay Ryan, James Ransone, Bill Skarsgård e Andy Bean. Inoltre, torneranno I protagonist del film precedente, ovvero Jaeden Martell, Wyatt Oleff, Sophia Lillis, Finn Wolfhard, Jeremy Ray Taylor, Chosen Jacobs e Jack Dylan Grazer.

Partendo dal presupposto che adattare sul grande schermo un qualsiasi libro di Stephen King sia una missione impossibile e che It sia forse il romanzo più complesso, ricco e sfaccettato, bisogna ammettere che questo sequel di It sia in grado di dare prova di una buona dose di impegno narrative e soprattutto visivo.

Di base, grazie al grandioso successo del film precedente, IT CAPITOLO DUE ha potuto godere un budget molto più ampio del primo e ciò consente una maggiore libertà a maggiore respire nell’effettuare le riprese.

Non a caso, il film esplora in maniera diversa il romanzo di King: gli rimane fedele ma allo stesso tempo lo manipola, ovviando a situazioni narrative difficilmente adattabili sul grande schermo con l’abilità di un prestigiatore, puntando per lo più ad essere un film incline al commerciale che l’autoriale.

Procedendo in questo senso, il film di Muschietti fa ulteriore pratica con gli effetti speciali che vengono confinati nel territorio del realismo più schietto, della crudezza e della crudeltà più spietata.

IT CAPITOLO DUE intende esplorare maggiormente il mondo dell’horror, vuole farsi carico delle connotazioni principali del genere, rimanendo però aggrappato alla semplicità e i tanti jumpscare (comunque ad effetto) testimoniano questa presa di posizione.

Fondamentalmente, il film si divide in due parti: il ritorno del club dei perdenti a Derry e la battaglia finale contro Pennywise. Tra le due parti, forse il ritorno a Derry è quella meglio riuscita, più affine al libro kinghiano e in grado di restituire allo spettatore l’invetabile incontro/scontro dei protagonisti con i loro ricordi e con il passato apparentemente dimenticato.

La seconda parte, invece, è forse quella complessa e più pasticciata, realizzata nel tentative di dare vita a delle sequenze ad effetto che potessero ovviare alla complessita del libro e che, invece, finiscono per essere un’alternativa fuorviante e confusionaria.

Al di là delle mancanze rispetto all’omonimo libro di King, questo sequel si appella maggiormente alle vicende presenti dei protagonisti, dando giusto qualche informazione sporadica rispetto alla loro vita passata e ai momenti vissuti lontano da Derry.

Nonostante i problemi, la durata di IT CAPITOLO DUE non deve dare adito al fatto di rinunciare alla sua visione, che peraltro procede in maniera molto fluida e senza risultare pesante. A ciò, si aggiunge anche la presenza di un cast perfettamente funzionante sia nei momenti singoli che collettivi, anche se diventa necessario appuntare che i personaggi più riusciti siano Eddie e Richie, mentre gli altri passano quasi in secondo piano.

IT CAPITOLO DUE, basato sulla sceneggiatura di Gary Dauberman e prodotto da Barbara Muschietti, Dan Lin e Roy Lee, verrà distribuito a partire dal 5 settembre 2019 grazie a Warner Bros. Pictures e sarà disponibile anche in IMAX.