La Festa del Cinema di Roma si è aperta con la proiezione di Motherless Brooklyn – I segreti di una città, il nuovo film prodotto, scritto, diretto ed interpretato da Edward Norton. Ecco la nostra recensione

A distanza di quasi vent’anni da Tentazioni d’amore, film che ha segnato il debutto alla regia dell’attore americano, con Motherless Brooklyn – I segreti di una città è tornato dietro la macchina da presa per la seconda volta. Inoltre, come già accaduto per il suo primo film, anche in questo caso ha diretto, oltre agli altri, anche se stesso.

In questo film, Edward Norton interpreta Lionel Essrog, un detective privato molto solitario e che è affetto dalla sindrome di Tourette (comunemente conosciuta come disturbo neurologico con presenza di tic nervosi, sia motori che fonatori).

Lionel si avventura, quasi in solitaria, per risolvere l’omicidio del suo mentore e unico vero amico Frank Minna, volendo trovare i responsabili della sua morte e cercando di capire il perché di quel gesto.

Grazie alla sua mentalità ossessiva, tanto complessa quanto brillante, con pochi indizi a disposizione Lionel svela i piani segreti che tengono in equilibrio tutta New York.

Tra jazz club di Harlem e bassifondi di Brooklyn, fino ai salotti nella New York bene, Lionel farà di tutto per onorare la memoria dell’uomo che ha sempre creduto in lui e nelle sue abilità e per la salvare la donna che potrebbe, essa stessa, essere la sua salvezza.

Questo film, che apre la 14° edizione della Festa del Cinema di Roma, è frutto, in realtà, di una trasposizione iniziata già nel 1999, quando Norton aveva già addocchiato il potenziale dell’omonimo romanzo di Jonathan Letherm e del suo personaggio centrale.

Tuttavia, invece di attenersi ad una trasposizione temporale fedele, l’attore e regista ha voluto ambientare la trama in un periodo diverso, negli anni ’50, conferendo un’atmosfera più drammatica e noir.

L’impegno del regista e attore, in questo caso in veste anche di sceneggiatore e produttore,  c’è e si vede: è innegabile constatare la sua maturità registica se paragonata al suo primo lungometraggio, Tentazioni d’amore, che lo vedeva anche protagonista insieme a Ben Stiller.

Nonostante la sua regia ben si adatti ad esprimere i sentimenti dei protagonisti, tra cui è necessario sottolineare la sua interpretazione sempre ottima e mai dozzinale, il film risulta essere eccessivamente verboso, ripieno di indizi, situazioni di contorno e delineazione di atmosfere.

Certamente, l’interno di Norton deve essere stato quello di dare allo spettatore un quadro molto chiaro della situazione e del contesto, ma diventa difficile mantenere l’attenzione allo stesso ritmo dello sviluppo narrativo.

In questo film con Edward Norton, un noir dolce ed elegante nell’aspetto visivo, sarà possibile trovare un cast decisamente stellare, composto da Bruce Willis, Gugu Mbatha-Raw, Bobby Cannavale, Cherry Jones, Michael Kenneth Williams, Leslie Mann, Ethan Suplee, Dallas Roberts, Josh Pais, Robert Ray Wisdom, Fisher Stevens, Alec Baldwin e Willem Dafoe.

Prodotto da Class 5 Films / MWM Studios, Motherless Brooklyn – I segreti di una città arriverà nelle nostre sale il prossimo 7 novembre grazie a Warner Bros.