Netflix lancia Klaus, la storia di Babbo Natale, sulla piattaforma dal 15 novembre

Primo lungometraggio animato prodotto da Netflix, Klaus è un origin movie che racconta, mixando tradizione e leggende popolari, la storia delle origini di Babbo Natale.

Avete presente “Santa Claus Is Comin ‘to Town” e “Miracolo nella 34a strada”?  Quei film che, puntualmente, ogni Natale avete voglia di rivedere? Klaus potrebbe, potenzialmente, unirsi a quelle storie calde e famigliari che negli anni sono state viste da grandi e piccini proprio nel periodo più affascinante e colorato dell’anno: il Natale.

Creando un’opera che esamina i modi in cui la tradizione viene costruita e demolita, attraverso un’estetica che colpisce, bella e innovativa, il Klaus di Sergio Pablos unisce in sé elementi dell’animazione classica – con un ritorno al disegno 2D fatto a mano, che ben si adegua con il mondo che si appresta a raccontare – e l’animazione digitale che aiuta a rendere i personaggi più reali.

Pablos e il suo team danno alla grafica un’accattivante lucentezza, con un delizioso design dei personaggi che ricorda alcune illustrazioni vintage: Klaus, Jesper e Alva risultano molto realistici; più comici e caricaturali gli Ellingboe e i Krum; mentre più delicati e signorili i tratti del popolo Sami.

Del tutto originale nel suo approccio popolare a Babbo Natale, Klaus ha al centro un’anima calda e misteriosa, piena di esplosioni di sentimenti reali.

Tutto inizia da una lettera, uno strumento che oggi sembra aver perso del tutto il suo fascino, eppure Pablos le restituisce la sua importanza. Giocattoli in legno, un semplice carro che diviene una slitta volante, un taglialegna triste che si trasforma in leggenda: nel mondo del film, le tradizioni natalizie emergono attraverso le voci e la fantasia dei bambini.

Per quanto sia ben costruito, Klaus è anche pensato per commuovere ed intenerire: il dolore della perdita e la paura del cambiamento sono temi immensamente potenti e Pablos non evita di affrontarli. La vita non è sempre fatta di giostre o renne di agrifoglio, può essere, a volte, impegnativa e provocarti dei dolori. Klaus ci mostra quanto possiamo fare e quante vite possiamo cambiare, semplicemente stando insieme ed avendo lo stesso obiettivo.

Su Netflix, dal 15 novembre!