Serata di conferme alla 25esima edizione dei Critics’ Choise Awards. Trionfano ancora Once Upon a Time… in Hollywood, Joaquin Phoenix e Renée Zellweger

Tra red carpet, sorrisi e discorsi di ringraziamento la Broadcast Film Critics Association (BFCA) ha consegnato questa notte, a Santa Monica California, i Critics’ Choise Awards 2020. 

Once upon a time… In Hollywood si conferma uno dei protagonisti della serata. Eletto miglior film dell’anno il film si afferma come vincitore dei premi per la miglior sceneggiatura originale, miglior attore non protagonista (Brad Pitt) e miglior scenografia (Barbara Ling e Nancy Haigh).
Grande successo anche per Netflix ed HBO,  che vincono con  The Irishman, Storia di un matrimonio, When They See Us, Watchmen e Succession.
Confermata la vittoria di Joaquin Phoenix come miglior attore per Joker e di Renée Zellweger come miglior attrice per Judy oltre a quella di Laura Dern, come miglior attrice non protagonista.
Per le serie televisive, invece, Fleabag dopo il Golden Globes, fa incetta di premi. Conquista infatti la statuetta per miglior serie comica, miglior attrice in una serie comica (Phoebe Waller-Bridge) e miglior attore non protagonista in una serie comica (Andrew Scott). Nella categoria dramma, a trionfare è la serie HBO Succession , e Jeremy Strong vince come miglior attore in una serie drammatica.

Una menzione speciale va da Avengers Endgame che vince il premio per i miglior effetti visivi e migliore film d’azione per la gioia dei suoi fan.

Ecco la lista dei vincitori dei Critic’s Choise Awards 2020:

FILM
• Miglior Film: C’era una volta… a Hollywood
• Miglior Attore: Joaquin Phoenix, Joker
• Miglior attrice: Renée Zellweger, Judy
• Miglior attore non protagonista: Brad Pitt, Cera una volta… a Hollywood
• Miglior attrice non protagonista: Laura Dern, Storia di un matrimonio
• Miglior rivelazione: Roman Griffin Davis, Jojo Rabbit
• Miglior cast: The Irishman
• Miglior regista: Sam Mendes, 1917 e Bong Joon Ho, Parasite
• Miglior sceneggiatura originale: Quentin Tarantino, C’era una volta… a Hollywood
• Miglior sceneggiatura non originale: Greta Gerwig, Piccole donne
• Miglior fotografia: Roger Deakins, 1917
• Miglior scenografia: Barbara Ling, Nancy Haigh, Once Upon a Time… in Hollywood
• Miglior montaggio: Lee Smith, 1917
• Migliori effetti visivi: Avengers: Endgame
• Miglior film d’animazione: Toy Story 4
• Miglior film d’azione: Avengers: Endgame
• Miglior commedia: Dolemite Is My Name
• Miglior horror: Noi
• Miglior film straniero: Parasite
• Miglior canzone: “Glasgow (No Place Like Home)”, Wild Rose e “(I’m Gonna) Love Me Again”, Rocketman
• Miglior colonna sonora: Hildur Guðnadóttir, Joker

TELEVISIONE
• Miglior dramma: Succession
• Miglior attore in un dramma: Jeremy Strong, Succession
• Miglior attrice in un dramma: Regina King, Watchmen
• Miglior attore non protagonista in un dramma: Billy Crudup, The Morning Show
• Miglior attrice non protagonista in un dramma: Jean Smart, Watchmen
• Miglior commedia: Fleabag
• Miglior attore in una commedia: Bill Hader, Barry
• Miglior attrice in una commedia: Phoebe Waller-Bridge, Fleabag
• Miglior attore non protagonista in una commedia: Andrew Scott, Fleabag
• Miglior attrice non protagonista in una commedia: Alex Borstein, The Marvelous Mrs. Maisel
• Miglior serie limited: When They See Us
• Miglior film tv: El Camino: A Breaking Bad Movie
• Miglior attore in una serie limited: Jharrel Jerome, When They See Us
• Miglior attrice in una serie limited: Michelle Williams, Fosse/Verdon
• Miglior attore non protagonista in una serie limited: Stellan Skarsgård, Chernobyl
• Miglior attrice non protagonista in una serie limited: Toni Collette, Unbelievable
• Miglior serie animata: BoJack Horseman

Leggi anche: