Dal romanzo di Guido Maria Brera, una vicenda che ruota attorno ad una cospirazione finanziaria mondiale. Di cosa parla Diavoli, il nuovo show Sky?

La finanza, le capitali Roma e Londra, i segreti dietro ai movimenti politici e economici di un paese. Avventurandosi in un mondo intangibile cercando di dargli forma, Sky e Lux Vide producono la serie originale Diavoli, primo prodotto incentrato interamente sul mondo dell’alta finanza e che cerca nei riflessi e nelle ombre il potere che si nasconde dietro le architetture delle grandi città. Una serie tv fortemente attesa, tanto per la complessità del suo tema, quanto per i personaggi che vediamo muoversi all’interno del racconto. Intanto diamo un’occhiata alla sinossi ufficiale, mentre aspettiamo il 17 aprile per vedere la prima puntata di Diavoli, trasmessa su Sky Atlantic.

Diavoli è la trasposizione televisiva dell’omonimo romanzo di Guido Maria Brera. Girata in inglese e co-prodotta da Sky Italia e Lux Vide, la miniserie è ambientata a Londra e racconta i retroscena della crisi finanziaria europea attraverso la storia di Massimo de Ruggero (Alessandro Borghi), un trader italiano che ha raggiunto a fatica e solo con le proprie forze una posizione di potere nell’olimpo della finanza, seguendo i consigli di Dominic Morgan (Patrick Dempsey), il direttore di una delle più potenti banche del mondo, la New York-London Investment Bank (NYL). Divenuto suo successore nella gestione di un fondo d’investimento che specula sulle obbligazioni, Massimo si trova suo malgrado al centro di una guerra economica intercontinentale: l’America vuole sferrare un attacco ai debiti pubblici degli Stati più poveri dell’Eurozona per evitare di perdere il ruolo di guida mondiale. In pochissimo tempo, Massimo deve decidere quindi se difendere gli interessi del proprio Paese o allearsi con l’uomo che lo ha guidato verso il successo.

COSA SAPPIAMO SULLA SERIE?

Quello che rende Diavoli una delle serie più interessanti del 2020 è la collaborazione sul piccolo schermo di uno dei nostri migliori talenti italiani e un vero veterano delle serie tv. Il primo è Alessandro Borghi che, persa la sua romanità, va acquisendo un inglese con annesso accento british per interpretare lo squalo della finanza Massimo Ruggero, fin dal principio centro degli intrighi che vanno formando il prodotto thriller, in cui l’attore si è lasciato affiancare da Patrick Dempsey. È, infatti, proprio il Dottor Stranamore, colui che ha fatto la storia di Grey’s Anatomy, famosa serie medical andata in onda per la prima volta nel 2005, a far parte del cast di Diavoli, nelle vesti dell’ambiguo capo Dominic Morgan, nonché marito di Nina, interpretata dall’attrice Kasia Smutniak.
Pur recitata interamente in inglese, Alessandro Borghi ha deciso di non doppiare sé stesso nella versione italiana della serie, spiegando sul suo profilo Instagram i motivi. Prima di tutto, ha dichiarato, preferirebbe che tutti gli spettatori vedessero la serie in originale, ha poi continuano spiegando che il suo lavoro non è quello del doppiatore e che bisogna avere fiducia in chi questo mestiere lo fa sul serio. Ecco che, dunque, a doppiare Borghi sarà Andrea Mete, voce tra gli altri di Chris Pratt, Joseph Gordon-Levitt, Sam Claflin e Zack Efron.

La serie, come già accennato, nasce come libro scritto da Guido Maria Brera, che non rimane in disparte nella trasformazione della sua storia dalla pagina bianca a quella visiva, ma è parte attiva della stesura della sceneggiatura, affiancato da un team di creativi con cui ha realizzato ben 10 puntate. Ad andare in prima serata su Sky ogni settimana non sarà uno, ma ben due episodi alla volta, concludendo la stagione con gli episodi nove e dieci il 15 maggio, ma guardando già al futuro.

CI SARÀ UNA SECONDA STAGIONE?

Pur non essendo ancora uscita in Italia, il responsabile delle produzioni originali Sky Nils Hartmann ha dichiarato non solo di star già pensando a una seconda stagione, ma che il team dei Diavoli è già al lavoro sul destino della serie. Sembra che, dopo i fatti della Grecia nel 2009, la seconda stagione guarderà alla contemporaneità del coronavirus, tornando poi indietro all’inizio della Brexit per vedere da dove sono partiti i personaggi.
Diavoli, che vede alla regia Nick Hurran (Doctor Who, Sherlock, Altered Carbon) e Jan Michelini (I medici), vedrà ogni puntata composta da cinquanta minuti e una distribuzione che comporterà il rilascio della serie tv in ben centosessanta paesi nel mondo. Nel cast vanno aggiunti anche Lars Mikkelsen, Laia Costa, Malachi Kirby, Paul Chowdhry e Harry Michell.

Puoi guardare la serie tv targata Sky su NowTV!