Un po’ Sapore di Mare e un po’ Il tempo delle mele, Summertime è la nuova serie teen italiana disponibile su Netflix 

Dal 29 aprile arriva su Netflix una nuova serie tutta italiana: facciamo un tuffo nella soleggiata Riviera Romagnola insieme ai protagonisti di Summertime. Dopo Suburra e Baby, lo show è pronto ad attirare l’attenzione dei teenager nell’immenso catalogo della piattaforma streaming più famosa al mondo.

Prodotta da da Cattleya, le puntate della serie hanno come protagonista Coco Rebecca Edogamhe, al suo esordio, che è il volto di Summer, mentre Ludovico Tersigni (SKAM Italia) ricopre il ruolo di Ale. Accanto a loro Andrea Lattanzi (Sulla Mia Pelle) nei panni di Dario e gli esordienti Amanda Campana che sarà Sofia, Giovanni Maini che darà il volto a Edo e Alicia Ann Edogamhe nella parte di Blue. Al loro fianco Thony nel ruolo di Isabella, la mamma di Summer e di Blue, e Mario Sgueglia nei panni di Maurizio, il papà di Ale. 

Liberamente ispirata alle vicende narrate da Federico Moccia in Tre Metri sopra il cielo, Summertime parla d’amore. Un amore bagnato dal sole estivo della Costa Adriatica, prima d’ora mai così bella e giovane. 

Il ritmo dell’estate

Summertime marcia a un ritmo cadenzato. Il suono piacevole delle onde del mare e i raggi del sole vanno a braccetto con la colonna sonora, vera protagonista di ogni episodio. L’appropriata fusione tra musica ed eventi dolcemente penetra, mentre sullo schermo sbocciano amori, si vivono drammi familiari e si prende consapevolezza di se stessi.

Un’attrazione innegabile unisce Ale (Ludovico Tersigni) e Summer (Coco Rebecca Edogamhe), due ragazzi che provengono da mondi molto diversi. Lui è un ex campione di moto, un Valentino Rossi in erba, grande promessa della Classe 125. Bello, ribelle e deciso a riprendere in mano le redini della sua vita, capirà che dovrà chiudere con il passato. Lei è una ragazza che rifiuta di omologarsi alla massa e sogna di volare lontano ma sa di essere il collante della sua famiglia. Allo schiudersi dei primi ombrelloni sulla spiaggia, il loro amore esploderà e crescerà al ritmo dell’estate che nasce, vive e termina. Per entrambi, le vacanze saranno un viaggio indimenticabile che li porterà lontano da quello che erano prima di conoscersi. 

Summertime è a tutti gli effetti un coming of age. Sotto le mentite spoglie del racconto di formazione di area indie, Netflix confeziona un’opera generazionale capace di comunicare al di là delle barriere culturali. Per fare questo si affida a interpreti giovani e freschi.

IN THE… SUMMERTIME!

Summer è la perfetta incarnazione dell’adolescenza, quella vera, ancora lontana dall’intossicazione da smartphone e social, sospesa tra l’amore e i problemi familiari e la voglia di emanciparsi. Vive volteggiando sul suo skateboard e la musica che ascolta appare quasi anacronistica. Umile, rurale, conosciuta da pochi. È testarda, silenziosa, scontrosa e soprattutto eternamente critica, come ogni buona adolescente. Un po’ come la Babi di Tre metri sopra il cielo.

Nel libro poi diventato un film cult, Step e Babi si incontrano. Babi è un’ottima studentessa, Step (Stefano) un violento, un picchiatore, uno che passa i pomeriggi in piazza davanti al bar con gli amici o in palestra e la sera sulla moto o nella bisca dove si gioca a biliardo. Appartengono a due mondi diversi, ma finiscono per innamorarsi. E questo amore genera una trasformazione. Una metamorfosi che prende il via anche negli ultimi episodi della prima stagione di Summertime

Summer, che paradossalmente odia l’estate, è una protagonista con cui è difficile empatizzare: la sua ispidezza risulta talvolta irritante. Scavando in profondità, però, ci si potrà accorgere quanto questa ombrosità sia generata dalla realtà che vive. Costretta a maturare in fretta e a prendersi cura della sorella e della madre, è già un’adolescente cresciuta. 

Come una moderna Sophie Marceau diretta da Claude Pinoteau negli anni ’80 ne Il tempo delle mele, Summer vivrà l’esperienza fondamentale per ognuno di noi: il primo, vero amore.

MISSILI E LEONI

Esordienti e semi-esordienti affollano la scena con l’entusiasmo giovanile e l’emozione della prima volta, mentre i registi (Lorenzo Sportiello e Francesco Lagi) e sceneggiatori riuniscono per loro le storie d’amore e passione ispirate dal grande William Shakespeare e dalla serialità americana. E se la recitazione a tratti risulta acerba, l’estetica di Summertime può godere di grandi complimenti. La fotografia, limpida ed esotica, ricrea l’esuberanza del microcosmo di giovani vite arrabbiate, che cerca di staccarsi da terra, di camminare “tre metri sopra il cielo”.

Ad accompagnare le avventure di Summer e Ale, le musiche firmate da Giorgio Poi, capaci di ricreare la leggerezza e le emozioni tipiche dell’estate. Indimenticabili successi come Il cielo in una stanza si fondono con quelli di amati artisti del più moderno scenario musicale italiano – dall’indie al rap, dal pop alla trap – come Achille Lauro con ThoiryComa_Cose con MancarsiRaphael Gualazzi con SummertimeSalmo con Estate dimmerdaFranco126 con San Siro e Stanza singola feat. Tommaso ParadisoGemitaiz e Izi con Mammastomale feat. Salmo.

Missili di Frah Quintale e Leoni di Francesca Michielin, entrambi feat. Giorgio Poi e presenti nel trailer della serie, sono le hit che ci accompagneranno durante le prossime settimane? Ne siamo certi. 

L’ESTATE STA FINENDO

Al netto di una narrazione a tratti claudicante, di fenicotteri rosa e di un ritmo flemmatico, Netflix crea una serie godibile, esteticamente preziosa e ben diretta. Summertime è il racconto di un universo di personaggi e caratteri discordanti, che trovano però un punto d’incontro nella magia dell’estate e nel fascino degli straordinari scenari della Riviera Romagnola, che diventano collanti e colonne portanti. Difficile allora non emozionarsi, perchè tutto questo parla di noi. Mentre su schermo si raccontano storie puerili ma condivisibili, sulle note di capolavori intramontabili della musica italiana l’estate finisce… 

Gli otto episodi della prima stagione di Summertime sono disponibili da mercoledì 29 aprile sulla piattaforma Netflix.