Oggi è la Giornata Internazionale del Bacio! Facciamo un tuffo tra i cinecomic Marvel per celebrare le scene più romantiche in mezzo a tanta azione. 

L’Infinity Saga del Marvel Cinematic Universe termina con un bacio, ci avete mai pensato? È il tanto agognato romantic moment tra Steve Rogers e Peggy Carter che, dopo decenni e viaggi nel tempo, sono protagonisti del ballo sulle note di Harry James “It’s been a long, long time”. Questo perché – e potete criticarlo quanto volete – il Marvel Cinematic Universe ha saputo realizzare un mondo in grado di riferirsi a più generi cinematografici e in grado di accontentare ogni tipologia di spettatore. 

Al netto della sua natura action, i cinecomic Marvel hanno un notevole punto in comune: la passione per i sentimenti che, inevitabilmente, sfocia in grandi storie d’amore. Tra tutti quelli raccontati sul grande schermo, abbiamo scelto cinque momenti romantici “cult”, con baci e addii emozionanti. 

5) L’occasione sfumata

Bruce Banner e Natasha Romanoff in una scena di Avengers: Age of Ultron | Foto: Marvel Studios

Non si è mai parlato molto della storia d’amore tra Bruce Banner (Mark Ruffalo) e Natasha Romanoff (Scarlett Johansson), alias Hulk e Black Widow. Liaison scritta e voluta da Joss Whedon in Avengers: Age of Ultron, e mai proseguita dai Fratelli Russo, non trova nessun riferimento fumettistico, ma solo ed esclusivamente qualche scena esplicita nel film appena citato, e qualche sguardo d’intesa nei sequel dedicati ai Vendicatori. In Age of Ultron, infatti, Vedova Nera dichiara il suo interesse a un Bruce Banner vulnerabile e timoroso. La mente geniale degli Avengers, dilaniata dalla sua doppia natura, teme di ferire la compagna, non potendole garantire un futuro certo. Joss Whedon è molto bravo a raccontarci il dolore dei due personaggi, mettendo quasi due “mostri” a confronto che, per motivi completamente diversi, si considerano due minacce. Pur circondata da aitanti giovani, uomini facoltosi e di bell’aspetto, Natasha sceglie di guardare oltre le apparenze, invaghedonsi dell’Avenger più forte fuori, ma più debole e fragile dentro. Il loro bacio, fugace e inaspettato, arriva prima di una battaglia. Una storia d’amore che poteva essere conclusa e sviluppata, ma che di fatto resta un’occasione sfumata.

4) Colpo di fulmine (e tuono)

Thor e Jane in Thor: The Dark World | Foto: Marvel Studios

La trilogia dedicata al Dio del Tuono, figlio di Odino, Re di Asgard e, ora, consumatore compulsivo di birra e cheddar, ci racconta a grandi linee la relazione tra Thor e Jane Foster (Natalie Portman). Sappiamo che nel primo film del 2011, grazie a Jane, Thor cambia la sua visione della vita, e che questa metamorfosi permette al personaggio interpretato da Chris Hemsworth di ritrovare se stesso. Il bacio più bello tra di due, però, è quello che vediamo alla fine dei crediti di Thor: The Dark World, precisamente la seconda scena post credits. Dopo aver rinunciato al trono per poter essere un libero combattente al servizio di Asgard, senza i limiti che il ruolo di Re richiederebbe, Thor decide di tornare sulla Terra e di stare con Jane, che nel frattempo viene inquadrata triste e sconsolata mentre consuma la sua colazione. Sul finale, Thor si palesa sul balcone, Jane corre dal suo amato supereroe e scatta un bacio appassionato. Che ne sarà poi dei due? Lo scopriremo in Thor: Love and Thunder!

3) “Qualcosa di non detto…”

Gamora e Star Lord in Avengers: Infinity War | Foto: Marvel Studios

La storia d’amore galattica tra Peter Quill (Chris Pratt) e Gamora (Zoe Saldana) è giunta oggi ad un punto di svolta: dov’è Gamora? Travagliata e tormentata in Guardiani della Galassia, la relazione trova il suo punto focale in Guardiani della Galassia: VOL. II, sequel in cui la ragazza si rende conto che tutto ciò che sta cercando è in realtà davanti ai suoi occhi. Questa relazione ci ha regalato gioie e dolori, in particolar modo in Avengers: Infinity War. E se è vero che i Guardiani ci hanno riservato i momenti più comici di tutto il Marvel Cinematic Universe, è altrettanto vero che il sacrificio di Gamora ha provocato in noi rabbia e sgomento. Ma è poco prima del rapimento di Thanos che viviamo la scena più romantica tra i due, quando Gamora chiede a Star Lord di ucciderla perché è l’unica a conoscere la posizione della Gemma dell’Anima. Drammaturgia e comicità si mescolano: dopo il bacio appassionato, spunta l’invisibile Drax che smorza immediatamente la tensione. 

2) Il bacio d’addio

Tony Stark e Pepper Potts in Avengers: Endgame | Foto: Marvel Studios

Il bacio è l’apostrofo rosa tra le parole “Io sono… Iron Man!” Già, perché tra tutti i baci appassionati che si sono scambiati Tony Stark (Robert Downey Jr.) e Pepper Potts (Gwyneth Paltrow), abbiamo scelto il più doloroso. Destinati a stare insieme nonostante la reputazione da sciupafemmine di Iron Man, i due vivono un solo momento di tensione, durante il film Captain America: Civil War. Superati gli attriti, li ritroviamo affiatati più che mai in Infinity War, desiderosi di convolare a nozze e di diventare una famiglia. Dilaniato dal senso di colpa per aver fallito contro Thanos, Tony ha deciso di ritirarsi con Pepper in un cascinale lontano dalle attività delle Stark Industries – che dopo lo snap non è dato sapere che fine abbiano fatto -, e con la piccola Morgan Stark. Con gli occhi stracolmi di lacrime, la loro storia termina nel più tragico dei modi: con la morte di Tony, salvatore dell’Universo. E quando Iron Man esala l’ultimo respiro in Avengers: Endgame, Pepper si avvicina e lo saluta con un dolce, affettuoso, straziante bacio sulla fronte…

1) Un bacio nel tempo

Quando si parla di baci o di amore, non esistono fazioni. Nessun #TeamCap o #TeamIronMan potrà mai superare un fatto certo: il bacio più bello e romantico del Marvel Cinematic Universe vede protagonisti Steve Rogers e Peggy Carter (Hayley Atwell), la cui storia ha caratterizzato tutto il franchise dedicato al super soldato interpretato da Chris Evans. Ha resistito alla (presunta) morte, agli anni, alle tentazioni, allo spazio, ai viaggi nel tempo, ai combattimenti e alle difficoltà. Peggy è sempre stata lì, nel cuore di un uomo nato a ridosso degli anni ’20 che non si è mai totalmente integrato nel futuro, in un’epoca che non era la sua, e che vissuto la vita con un grande rimpianto: un appuntamento mancato. E quel ballo promesso in Captain America: The First Avenger si compie dopo mille peripezie, concludendo una storyline dove era iniziata, in un continuum spazio-temporale senza precedenti.