La nuova Carrie Bradshaw arriva da Chicago e si trasferisce a Parigi: ecco 10 curiosità imperdibili prima di vedere Emily in Paris

L’autunno di Netflix porta una ventata di freschezza glamour: dal 2 ottobre sarà disponibile la serie Emily in Paris, con protagonista una smagliante ed eterea Lily Collins. Scritta e ideata da Darren Star, diretta da Andrew Fleming, Peter Lauer e Zoe Cassavetes, la prima stagione conta 10 episodi della durata di 30 minuti. Fortemente voluta da Star, qui ispirato dal suo amore eterno per la capitale francese, la serie è un omaggio ai grandi film e alle grandi serie tv in bilico tra cinema e moda. Un po’ Sex and the City, un po’ Il Diavolo veste Prada e un po’ Gossip Girl, esplora temi contemporanei quali: il confronto tra culture differenti, i vantaggi dei social media, la libertà sessuale e l’emancipazione. 

Ecco 10 curiosità su Emily in Paris da sapere prima di vederla. 

1) Le location di Emily in Paris

Non c’è trucco e non c’è inganno. La serie è stata interamente girata a Parigi e in Francia, nel dettaglio, oltre alla capitale, nell’episodio della gita fuori porta a casa dei parenti di Camille, i protagonisti si trovano nella Valle della Loira, conosciutissimo Giardino di Francia. 

2) Sotto la luce di Parigi

Ogni scena che vede protagonista un luogo iconico di Parigi è stata girata sul posto, compresa in Place Dalida, mentre Emily è intenta a sponsorizzare sui social il prodotto di un cliente dell’agenzia. 

3) Un’americana a Parigi

Patricia Field, costume designer della serie e già ideatrice dei costumi di Sex and The City, ha affermato di essersi ispirata al classico capolavoro del 1951 Un Americano a Parigi

4) Lost in translation

Lily Collins è cresciuta studiando il francese, ma non lo parla fluentemente. Quando ha iniziato a girare Emily in Paris, pare che si sia risvegliato qualcosa in lei e che si sia sentita invogliata a riprenderne gli studi.

5) In ricordo di Audrey Hepburn

Patricia Field è fermamente convinta che Lily Collins sia l’erede di Audrey Hepburn, con il suo stesso atteggiamento positivo e innocente. L’abito che Emily (Lily Collins) indossa durante una serata di gala è chiaramente ispirato al look di Audrey in Funny Face (Cenerentola a Parigi)

6) La moderna Carrie

La gonna di tulle nera che Emily indossa nel secondo episodio della prima stagione è un tributo al personaggio di Carrie Bradshaw, nel dettaglio, Carrie indossava una gonna di tulle nell’episodio finale di Sex and the City. 

7) Gli orecchini alla Carrie

Gli orecchini con la scritta in corviso Emily sono dedicati all’iconica collana che Carrie indossava sempre, diventata poi un accessorio must have per milioni di fashion addicted. 

8) Ispirazioni…

In molte interviste realizzare per la promozione della serie, Lily Collins ha dichiarato di essere cresciuta guardando Sex and the City e che molte delle caratteristiche di Carri Bradshaw nel suo modo di fare. Inoltre, Carrie ha ispirato per anni il suo guardaroba.

9)  Haute Couture

Tra i vari brand che Emily Cooper dovrà sponsorizzare, ci sarà, ovviamente, un marchio d’alta moda. Vero o inventato che sia, negli ultimi episodi della prima stagione è protagonista di una singolare sfilata parigina durante la Fashion Week. Ebbene, uno degli abiti iconici della serie è in realtà di Stephane Rolland Haute Couture.

10) Grandi marchi

Nella lunga lista di designer d’alta moda che hanno vestito Lily Collins, figurano: Benetton, Burberry, Dior, Chanel, Christian Louboutin, Jean Paul Gaultier, Missoni, Moschino, Paloma Picasso, Versace, Vivienne Westwood. Ma non è tutto, tra i brand figura anche la nostra Chiara Ferragni!

Emily in Paris è la prima serie tv a far parte del progetto CineChic. Non sai cos’è? Scoprilo qui!