Presentata ad Alice nella Città la versione restaurata de I Laureati: il film di Pieraccioni con Maria Grazia Cucinotta compie 25 anni. 

Gli anni passano, ma i cult restano. E vengono anche restaurati, soprattutto in concomitanza con il loro anniversario. È quello che è successo con I Laureati, film del 1995 che festeggia i suoi venticinque anni di uscita nelle sale cinematografiche. Tra le pellicole di maggior richiamo del regista e attore Leonardo Pieraccioni, immettendosi in quel filone di commedie che hanno segnato una larga parte della carriera dell’interprete toscano, I Laureati fu uno dei titoli di maggior richiamo all’epoca, che riscosse infatti un gran successo in quella metà degli anni Novanta e che vedeva tra le sue leve una giovane Maria Grazia Cucinotta, insieme agli interpreti Rocco Papaleo, Gianmarco Tognazzi, Massimo Ceccherini e Alessandro Haber.

Un ricordo, quello de I Laureati, che si lega ora alla possibilità di poter godere della visione restaurata e migliorata del film direttamente a casa, mentre è all’interno della sezione di Alice della Città durante la 15esima edizione della Festa di Roma che l’opera è stata ripresentata al pubblico, per condividere insieme il successo e lo scorrere del tempo di una pellicola che continua a portare agli spettatori la sua aria di spontaneità e leggerezza. Restauro messo in atto grazie a Infinity, su cui sarà possibile vedere il film dal 21 ottobre, che dopo Borotalco, Mediterraneo e L’Allenatore nel Pallone continua con la sua sfilza di classici da riscoprire e portare direttamente sia ai fedeli appassionati che alle nuove generazioni.

Un impegno che Infinity si prende per contribuire alla conoscenza e diffusione internazionale dei classici della nostra filmografia, a cui la commedia di Pieraccioni va aggiungendo quel tocco di allegria bischera che ha caratterizzato la cinematografia dell’autore e che torna a far sorridere direttamente in digitale. È proprio della possibilità di vedere insieme alla propria famiglia un film come I Laureati di cui abbiamo parlato con quella Cucinotta che, nell’opera, interpreta Letizia, soggetto d’attrazione e amoroso per i protagonisti della pellicola. E proprio dell’amore per il cinema, per questo mestiere e per l’opportunità offerta da Infinity abbiamo parlato nella nostra intervista con l’attrice siciliana, tra venticinque anni di arte, di affetti e di matrimonio…